Giornale realizzato da giornalisti e professionisti d’origine molisana sparsi per il mondo. Sede centrale: Roma

Organigramma

CONSIGLIO AMMINISTRATIVO

Presidente: Giampiero Castellotti
Vicepresidente: Donato Iannone
Segretario: Gabriele Di Nucci
Vicesegretario: Maria Cristina Giosia
Tesoriere: Maria Di Saverio
Relazioni esterne: Alessandro Neumann
Rapporti internazionali: Piera D'Alessandro
Probiviri: Simona D'Aulerio, Paolo De Paola, Maria D'Ugo

Presidente: Giampiero Castellotti

E' nato a Roma nel 1964 da padre romano e da madre d'origine molisana. Iscritto all'Ordine dei giornalisti dal 1983, è giornalista professionista, avendo superato l'esame di Stato. E' laureato con lode presso la facoltà di Lettere e filosofia, indirizzo comunicazione (Lumsa). Ha iniziato la carriera giornalistica collaborando con diverse testate, prima a diffusione locale, quindi nazionale (Paese Sera, Il Messaggero e Il Mattino tra il 1982 e il 1987). E' stato caposervizio della Bm Italiana (casa editrice dello Snals, sindacato della scuola), consulente interno di Confindustria dal 1989 al 1991, quindi ha curato per oltre un decennio le pagine del lavoro del settimanale Donna Moderna. Ha gestito a lungo rubriche sui mensili Millionaire e Trovalavoro e sul quotidiano L'Unità, realizzando prodotti per il Gruppo L'Espresso (Gmp spa) e per le Edizioni Sole 24 Ore (modulo didattico "La tutela dell'ambiente"). E' stato consulente di Ancitel (Comuni d'Italia), Retecamere (società delle Camere di Commercio) e, anche tramite intertraining, per le Province di Roma (Capitale Lavoro), Campobasso, Lecce, Perugia e Pesaro-Urbino. Per anni ha curato l'area del lavoro sul sito internet del Comune di Roma. Attualmente dirige la rivista Agricoltura Moderna, leader di settore, collaborando con diverse testate. Ha prodotto pubblicazioni nel campo della saggistica (tra cui un libro sull'ex ministro Tremonti) e dei problemi dell'istruzione e del lavoro; ha collaborato con emittenti su temi relativi al lavoro; ha svolto, e svolge, attività di ufficio stampa per conto di aziende, associazioni, enti locali, parlamentari, enti di formazione ed eventi; ha svolto, e svolge, attività convegnistica, sia come organizzatore sia come relatore o moderatore; docente di attività formative finanziate dal Fondo sociale europeo; ha vinto numerosi premi giornalistici, tra cui "Sicurezza stradale" del ministero del Lavori pubblici, "I giovani incontrano l'Europa" della Rai, "Formazione 2000" del Parlamento europeo e "Multietnicità" del Comune di Roma.
Nel 2012, per la Camera dei deputati e per la Società Dante Alighieri, ha realizzato una video intervista con il sociologo Zygmunt Bauman (http://www.youtube.com/watch?v=3lYbZdl1qZQ&feature=youtu.be).

  President: Giampiero Castellotti
  He was born in Rome in 1964 to a Roman father and a mother of Molise origins. He is a member of the Ordine dei giornalisti (Italian Journalism Society) since 1983 and became a professional journalist on passing the state exams. He has an honors degree in Italian Language and Literature from the University of Rome (Lumsa).
He started his journalistic career working on local newspapers before progressing to various national titles (1982-1987 Paese Sera, Il Messaggero, Il Mattino). He was department head at the Bm Italiana (publishing house of the schools trade union SNALS), internal consultant at the Confindustria (Italian Industrial Association) from 1989 to 1991. He has also contributed to the monthly magazines Millionaire and Trovalavoro, the daily l'Unità and the Espresso group (Gmp spa) and editions of Il Sole 24 ore.
He has worked as a consultant for the ANCItel (website of the Association of Italian Municipalities) and provincial administrations like Campobasso, Lecce, Perugia and Pesaro -Urbino. He is presently editor and manager of the magazine Agricoltura Moderna, leader in its sector, collaborating on a variety of projects including the website of the Comune di Roma (Roman Municipality). He has written and collaborated on work related themes; has run and continues to run public relations activities on behalf of companies, associations, local bodies, government and groups occupied in training and organizing events; he has been involved and continues to be involved both as an organizer of and as a reporter on conventions; he has also been an instructor for training events funded by the European Social Fund. He has received several awards for his journalistic work among them: "Sicurezza Stradale" (Road Safety) of the Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Ministry for Infrastructure and Transport), "I Giovani Incontrano l'Europa" (Youth meets Europe) from the RAI (Italian Public Broadcaster) and "Multietnicità" (Multi-Etnicity) from the Comune di Roma (Roman Municipality).


  Präsident: Giampiero Castellotti
  Giampiero Castellotti wurde 1964 in Rom geboren, sein Vater ist Römer, seine Mutter kommt ursprünglich aus der Region Molise. 1983 tritt er dem Orden der Journalisten bei. Nach bestandenem Staatsexamen arbeitet er als Journalist. Sein Studium für Literatur und Philosophie mit Schwerpunkt Kommunikation (Lumsa) absolvierte er ‚cum laude‘. Zunächst beginnt seine journalistische Karriere mit Beiträgen für lokale, später nationale Zeitungen (Paese Sera, Il Messaggero und zwischen 1982 und 1987 Il Mattino). Er arbeitet als Ressortleiter bei Bm Italiana, dem Snals-Verlag der Schulgewerkschaft, anschließend vom 1989 bis 1991 in beratender Funktion bei der Confindustria. Für ca. 10 Jahren betreut er die Kolumne Beruf und Karriere bei der Wochenzeitung Donna Moderna und hat eine eigene Rubrik bei Monatszeitungen, wie Millionaire, Trovalavoro und der Tageszeitung L'Unità. Er kooperiert mit dem Gruppo Espresso (Gmp spa) und mit Edizioni Sole 24 Ore im Bereich Umweltschutz. Bei der Ancitel (Netz der italienischen Gemeinden), bei Retecamere und bei der Provinzenverwaltung von Roma, Campobasso, Lecce, Perugia und Pesaro-Urbino, arbeitete er in beratender Funktion (Training and Consulting). Derzeit leitet er die im Bereich Landwirtschaft führende Zeitschrift Agricoltura Moderna. Er arbeitet mit verschiedenen Zeitungen und mit der Webseite der Stadt Rom zusammen. Giampiero Castellotti veröffentlicht verschiedene Essays und schreibt diverse Beiträge über das Bildungswesen, Beschäftigung und Berufsorientierung. Er arbeitet eng mit verschiedenen Sendern zusammen, leistet Pressearbeit für Unternehmen, Verbände, lokale Behörden sowie Parlamentariern. Bei verschiedenen Symposien steht er als Organisator, als Referent und als Moderator zur Verfügung. Er arbeitet als Dozent für Fortbildungsmaßnahmen, die durch den Europäischen Sozialfonds finanziert werden. Als Journalist ist er mit zahlreichen Preisen ausgezeichnet worden, darunter für ‚Sicurezza stradale‘ vom Ministerium für öffentliche Arbeiten; "I giovani incontrano l'Europa‘ von der Rai; "Formazione 2000" vom Europäischen Parlament und "Multietnicità‘ von der Stadt Rom.

Vicepresidente: Donato Iannone

E' nato a Napoli nel 1965 da genitori molisani di Sant'Elena Sannita. Avvocato. Ha svolto la libera professione presso il Foro di Napoli. Attualmente è dipendente di Roma Capitale.
Laureato in giurisprudenza presso l'Università "Federico II" di Napoli, tesi in Scienza delle finanze e diritto finanziario; seconda laurea in Scienza della pubblica amministrazione presso la facoltà di Scienze politiche dell'Università della Tuscia di Viterbo, tesi in Sociologia dell'amministrazione pubblica; Master universitario di II livello in Discipline del lavoro, sindacali e della sicurezza sociale presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Roma "Tor Vergata"; Master universitario di I livello in "Economia e valorizzazione delle istituzioni culturali" presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università "Roma Tre"; Master universitario di II livello in "Diritto amministrativo" presso l'Università "Pegaso".
Collaboratore del prof. Massimo Stipo presso la cattedra di "Diritto amministrativo" della facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", facendo ufficialmente parte della commissione per gli esami di profitto; collaboratore del prof. Gian Piero Iaricci, titolare di insegnamenti su materie giuridiche presso la facoltà di Farmacia e Medicina dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", essendo stato anche chiamato a svolgere attività didattica.
Ha svolto numerosi incarichi di docenza per autorevoli enti pubblici e per soggetti che svolgono abitualmente attività di formazione.
E' stato presidente o componente di commissioni esaminatrici nell'ambito di selezioni attivate dal Comune di Roma (ora Roma Capitale).
Ha pubblicato vari articoli e saggi sull'emigrazione molisana (tra l'altro, "L'emigrazione santelenese. Etica contadina e intraprendenza commerciale" in "Novecento molisano", volume catalogato anche presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma) e su tematiche giuridiche (tra l'altro. "La retribuzione extra del pubblico dipendente" in "Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana" rivista con pareristica a cura dell'Avvocatura dello Stato).
E' stato relatore in vari convegni ed ha offerto il suo contributo in molteplici iniziative di carattere solidale, essendo anche socio di molteplici associazioni o organizzazioni dal rilevante valore sociale.

Segretario: Gabriele Di Nucci

E' nato a Roma nel 1961 da genitori molisani di Capracotta. Operatore commerciale. Ha un'articolata esperienza nell'area della vendita, anche come responsabile delle relazioni esterne e come account pubblicitario. Ha iniziato ad operare come funzionario di vendita nel 1989 presso la "Tematron", società di audiovisivi del gruppo "Groller-Hachette". Dal 1990 al 1992 ha ricoperto il ruolo di funzionario di vendita di prodotti destinati a notai presso la "Mediarte" di Bari, azienda appaltatrice del Poligrafico dello Stato. Dal 1992 al 1994 è stato funzionario di vendita di prodotti artistici presso la società "Gba" di Milano. Dal 1994 al 1995 è stato responsabile delle pubbliche relazioni e delle iniziative speciali presso la multinazionale "My Way". Dal 1995 al 1996 ha ricoperto il ruolo di direttore commerciale di "Radio Globo" e di "Radio Antenna 1" di Roma, nonché account pubblicitario per campagne commissionate da aziende di livello internazionale ("Bud", "Club Vacanze", "Kailua", "Onyx", "Swish"). Dal 1998 ad oggi è consulente commerciale di "Autocentri Balduina" di Roma, primaria concessionaria automobilistica dei marchi Audi, Lamborghini, Porsche, Volkswagen, Skoda. Tra le altre attività, ha organizzato un'asta di beneficenza, in collaborazione con la casa d'aste "Christie's", per la raccolta di fondi destinati ad associazioni impegnate nella cura di malattie rare e della fibrosi cistica; ha organizzato a Roma, a piazza Navona - con il supporto di enti istituzionali e di sponsors commerciali (Comune di Roma, Atac, Alfa Romeo, Volkswagen ecc.) - una raccolta di giocattoli destinati ad istituti per l'infanzia della Capitale; ha collaborato, come consulente, con la società onlus "Mille ore per la vita" per il reperimento di sponsors e partners commerciali.

COMITATO SCIENTIFICO

Direttore: Fabio Scacciavillani (economista).
Membri d'onore
: Enzo Cicchino (
regista Rai),
Giuseppe De Pascale (
ingegnere),
Giuseppe De Rita (
sociologo, segretario generale del Censis),
Sebastiano Di Rienzo (
già presidente dell'Accademia nazionale dei sartori),
Maria Teresa Raggi (
economista esperta in analisi e studi sui fondi strutturali),
Salvino Salvaggio (
manager).


Direttore: Fabio Scacciavillani

Molisano, classe 1961, è un noto economista internazionale. Laurea alla Luiss di Roma, Ph.D. in economia all'università di Chicago (dove ha anche insegnato), esperienze professionali in Confindustria a Roma, al Fondo monetario internazionale a Washington, alla Banca centrale europea a Francoforte fino al ruolo di executive director di Goldman Sachs a Londra, la nota banca d'investimenti americana da cui proviene anche Mario Draghi. Quindi direttore per l'Italia di Oxford Economic Forecasting, uno dei leader mondiali nel campo degli studi economici. Attualmente è direttore ricerche macroeconomiche e statistiche del DIFC, Dubai International Financial Centre. Da anni vive nei paesi arabi e da qualche tempo risiede a Dubai, negli Emirati Arabi. Da sempre legato alla sua terra d'origine, è stato tra i promotori del progetto "Forche Caudine", contribuendo anche ad organizzare iniziative di spessore con l'associazione, come una mostra sui frattali agli inizi degli anni Novanta, omaggio a Benoît Mandelbrot.


Membro d'onore: Giuseppe De Rita

Uno dei più noti sociologi italiani, attento osservatore delle trasformazioni economiche, sociali e istituzionali del nostro Paese. E' nato il 27 luglio 1932 a Roma, nel quartiere San Giovanni, da famiglia d'origine molisana, ramificata tra Venafro e Frosolone. Nel 1954 si laurea in giurisprudenza. Dal 1955 al 1963 è funzionario della Svimez (Associazione per lo sviluppo del Mezzogiorno), responsabile della sezione sociologica della Svimez dal 1958 al 1963. Nel 1964, insieme a Gino Martinoli Levi e a Pietro Longo, è tra i fondatori del Censis (Centro studi investimenti sociali), di cui è consigliere delegato fino al 1974, quando diventa segretario generale della Fondazione Censis. Per oltre un decennio, dal 1989 al 2000, è presidente del Cnel, Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro. Presidente della casa editrice Le Monnier. Giuseppe De Rita svolge un'intensa attività pubblicistica, anche come editorialista dei principali giornali italiani (tra questi "Il Corriere della Sera"), oltre ad essere relatore ai più importanti convegni e dibattiti che riguardano le condizioni e le linee di sviluppo della società italiana.


Membro d'onore: Enzo Cicchino

E' nato nel 1956 ad Isernia. Dal 1978 è assistente alla regia di Paolo e Vittorio Taviani. Nel 1981 inizia a firmare la regia di programmi Rai: "Delta" su Raitre, "Il piacere dell'occhio" (Raitre), "Print" (Raitre), "Il libro, un amico" (Raiuno). Nel 1990 entra nel gruppo lavoro diretto da Giovanni Minoli. "Mixercultura" (Raidue), quindi "Mixer" (Raidue, Raitre), e "Format", esperienza che dura nove anni. Per "Mixer" realizza come regista molte inchieste e ricostruzioni storiche, la maggior parte su fascismo, nazismo e secondo conflitto mondiale. Nel 1999 è programmista regista di "La storia in prima serata" (Raitre), dove collabora con Italo Moscati per la realizzazione dello speciale in 100' dal titolo "Passioni nere" (L'amore ai tempi di Salò). Nel 2000 è programmista regista in "Energia", trasmisione di economia (Raitre), che ha per produttore esecutivo Beatrice Serani. Nello stesso anno, per la serie televisiva "Correva l'anno & Grande storia" (Raitre) realizza speciali su Il caso Rosselli, Giulio Cesare e Rommel. Dal 1997 fa parte della giuria del Festival internazionale del cinema di Salerno. E' docente nel Master in produzione multimediale dell'Università di Torino.


Membro d'onore: Sebastiano Di Rienzo

Molisano di Capracotta, è uno dei più importanti imprenditori nel settore della sartoria. Allievo di Valentino, è stato presidente dell'Accademia dei Sartori, la più antica associazione al mondo dedicata all'abbigliamento, nata nel 1575 dall'Università dei sartori voluta da Papa Gregorio VIII. E' uno dei principali e più appassionati rappresentanti della scuola italiana della sartoria su misura, conosciuta ed apprezzata in tutto il pianeta: per politici che hanno segnato la storia (è il caso di Gorbaciov ma anche di Tito), per attori che hanno vinto premi Oscar, per scienziati di fama (è l'esempio di Dulbecco) il concetto dell'abito cucito a mano è stato sempre legato ad una dimensione di prestigio e di esclusività. Innumerevoli le frequentazioni di Di Rienzo legate alla sua professionalità: da Giulio Andreotti ad Amintore Fanfani, da Gianni Letta a Domenico Fisichella, da Renzo Arbore a Roberto Gervaso, da Virna Lisi a Silvana Pampanini, da Pupella Maggio alle Gemelle Kessler. Di Rienzo ha scritto numerosi manuali di sartoria ed è docente presso l'Istituto europeo del design.

Membro d'onore: Salvino A. Salvaggio

E' nato in Belgio nel 1964 da famiglia originaria di Guglionesi (Campobasso). E' attualmente uno dei più importanti manager del Qatar. Si occupa di identificare progetti di ricerca avanzata sia accademica sia industriale, valutandone l'attività economica. Decide, in sostanza, se investire fondi (portafoglio con centinaia di milioni di dollari), allo scopo di sviluppare iniziative d'interesse comune per il Paese. E' stato insignito del titolo di Commendatore della Repubblica Italiana grazie ad una lunga esperienza nella consulenza internazionale manageriale strategica, in particolare in settori che puntano all'innovazione.

DELEGATI AI COMITATI


DALL'ESTERO