Gas serra: dati ancora drammatici



Dal Rapporto “Tendenze e proiezioni delle emissioni di gas-serra. Europa 2008″ pubblicato nel 2008 dall’Agenzia europea dell’ambiente” è possibile leggere che nel 2006 circa il 23% delle emissioni di gas-serra dell’Unione europea sono state generate dal trasporto (il 18% dal solo trasporto stradale). Sempre il 23% è la quota del trasporto sul totale delle emissioni di gas serra in Italia nel 2006. Dal 1999 al 2006 le emissioni di gas-serra generate dal trasporto interno nei paesi UE-15* sono aumentati del 26% (+ 36% considerando anche il trasporto aereo e marittimo internazionale). In Italia, nello stesso periodo, le emissioni di gas-serra generate dal trasporto sono aumentate del 28%. Il 93% delle emissioni del trasporto interno dei paesi EU-15 è generato dal settore stradale. Il continuo incremento delle emissioni generate dai trasporti nei paesi EU-15 è dovuto all’elevata crescita del trasporto stradale di passeggeri (+34% tra il 1990 e il 2006) e di merci (+62%). Benché vi siano stati miglioramenti nell’efficienza energetica delle diverse modalità di trasporto e siano stati introdotti carburanti non fossili, la crescita della domanda di trasporto ha più che compensato tali benefici.
La tendenza generale delle emissioni da trasporto dei paesi UE-15 è dominata, da una parta dalla diminuzione osservata in Germania dal 1999 (…) e, dall’altra, dai continui incrementi registrati in altri Paesi, in particolare Spagna e Italia.
Si prevede che nel 2010 le emissioni di gas serra da trasporto interno dei paesi EU-15 resteranno ai livelli del 2006. La Germania è l’unico Paese che riporta l’obiettivo di una riduzione delle emissioni rispetto ai livelli del 1990.
Le emissioni medie di CO2 delle nuove automobili sono diminuite del 14% tra il 1995 e il 2006, ma i miglioramenti hanno rallentato e, se le tendenze attuali proseguiranno, non sarà raggiunto l’obiettivo dell’Unione europea di 120 g/km di CO2 nel 2010.
Le emissioni di CO2 del trasporto aereo e marittimo internazionale (che non sono regolate dal Protocollo di Kyoto) sono rispettivamente aumentate del 102% e del 60% tra il 1990 e il 2006.
* Presidente associazione Noauto.
(Valeria Di Blasio – 1 gennaio 2009)

<div class="

Precedente Il Kosovo e la guerra "umanitaria" Successivo Elezioni / La caccia al populismo