Boom di virus fuori stagione, “ancora 150mila casi a settimana”

(Adnkronos) –
Boom di virus respiratori fuori stagione, in una delle primavere più pazze di cui si abbia memoria. Le bizze del meteo hanno disegnato quest'anno una curva di sindromi simil-influenzali che "sta decrescendo molto, molto lentamente", segnala all'Adnkronos Salute Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università Statale di Milano.  La sorveglianza RespiVirNet curata dall'Istituto superiore di sanità si è conclusa da un mese, con l'ultimo bollettino ufficiale diffuso il 3 maggio scorso. Ma "ancora possiamo stimare almeno 150-200mila casi nell'ultima settimana e dobbiamo aspettarcene almeno 100-150mila nelle settimane a venire", calcola l'esperto.  A guidare la carica delle sindromi 'cugine' di maggio-giugno c'è "innanzitutto il rhinovirus, in questo momento in cima alla lista dei virus respiratori" che circolano in Italia, seguito nell'ordine da "virus parainfuenzale, enterovirus, adenovirus e metapneumovirus", elenca Pregliasco, "con ancora qualche caso di Sars-CoV-2. Permane una quota non irrilevante di infezioni – conferma il medico – destinata a farci compagnia ancora per un po'".  —[email protected] (Web Info)

Articoli correlati