SILVANO MOFFA



Altri protagonisti

Oltre ai “nomi più celebri” (raccolti nella sezione precedente), esistono tantissime persone d’origine molisana che si sono fatte onore nel proprio ambito. A loro abbiamo pensato (e intendiamo onorare), dando vita a questa sezione.
Essendo, però, davvero numerose le persone d’origine molisana sparse per il mondo, risulta difficile comporre una galleria sintetica di “protagonisti”.
L’elenco, pertanto, diviso nelle sottovoci “Italia” ed “Estero”, vuole essere puramente esemplificativo, ovviamente aperto ad ulteriori segnalazioni.


gallery/08_Altri_protagonisti/Moffa_Silvano.jpg

Silvano Moffa è nato a Roma il 21 aprile 1951 da famiglia originaria di Riccia (Campobasso). Ha vissuto per oltre dieci anni nel Molise, ad Isernia, dove il padre era segretario comunale.
Impegnato sin da giovane in politica con la destra, è giornalista professionista dal 25 gennaio 1985.
Esperto di diritto amministrativo e di legislazione in materia di enti locali, è sindaco di Colleferro per due legislature, nell’ultima delle quali viene eletto al primo turno con circa il 70% dei consensi.
Dal 1995 al 1998 è consigliere provinciale e coordina l’opposizione del Polo a Palazzo Valentini.
Il 13 dicembre 1998, a sorpresa, vince le elezioni per la Provincia di Roma e diviene presidente.
A lungo è vicedirettore del quotidiano di An “Secolo d’Italia”, dove cura anche una rubrica settimanale sugli enti locali.
Estensore di numerosi saggi, è coautore di un libro sul capitalismo e autore di uno studio sulle riforme istituzionali pubblicato nel volume “Le radici e il progetto”.
Fa parte del direttivo nazionale dell’Anci (Associazione nazionale comuni d’Italia) di cui è vicepresidente nazionale. Inoltre è membro effettivo del Comitato delle regioni della Comunità ruropea.
Partecipa all’elaborazione di numerose riforme tra cui quella inerente il nuovo statuto dei segretari comunali.
Durante il Governo Berlusconi è chiamato a far parte della Commissione per la riforma delle autonomie locali. E’ membro della Conferenza stato-città-autonomie locali istituita dal governo Prodi.

(Giampiero Castellotti)

© Forche Caudine – Vietata la riproduzione

 
Precedente GINO MAROTTA Successivo CHARLES MOULIN