CIS Molise: saranno 153 gli interventi per 220 milioni di euro

Saranno 153 gli interventi finalizzati al rilancio e allo sviluppo del territorio molisano, con gare per 220 milioni di euro. E’ la conseguenza del Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) della Regione Molise, per il quale il premier Conte è stato nei giorni scorsi in Molise.

L’accordo fa parte di un primo stock di interventi giudicati come immediatamente realizzabili dal tavolo istituzionale del Cis, che ne ha vagliati oltre 370 presentati dalle amministrazioni e dalle imprese del territorio.

Tra i vantaggi del Cis c’è quello – come evidenziano i promotori – di accelerare i tempi per la realizzazione delle opere.

L’iniziativa interesserà 91 comuni, 2 consorzi, la Provincia di Isernia, l’Università del Molise e la Camera di Commercio, con gare che attiveranno investimenti per 642 milioni di euro.

Tra gli interventi di maggior rilievo strategico si considera:

  • lo sviluppo turistico lungo i tratturi, promosso dal comune di Campodipietra, che prevede il recupero, la tutela e la valorizzazione dei Tratturi e il recupero storico-culturale ed artistico dei borghi interessati dai percorsi tratturali. Interesserà 59 comuni ed il Consorzio di Bonifica Vasto, oltre 300 chilometri lineari, che esaltano le risorse ambientali ed enogastronomiche attraverso l’incremento della bio-agricoltura;
  • la riqualificazione dei borghi e delle emergenze storico-architettoniche ed archeologiche, nei Comuni di Venafro, Castel del Giudice, Cerro al Volturno, Lupara, Matrice, Montemitro, Consorzio MAB “Collemeluccio – Montedimezzo Alto Molise”, Roccasicura, San Biase e San Felice del Molise;
  • il rafforzamento delle infrastrutture con l’ampliamento del porto di Termoli, la realizzazione di un sistema di mobilità a beneficio della fruibilità del centro storico di Campobasso, la progettazione del completamento dell’asse viario della Fondo Valle del Verrino, finalizzato a migliorare il collegamento tra la regione Molise e l’Abruzzo.

E’ prevista la realizzazione di un aerofune nel territorio di Guardiaregia e il potenziamento degli impianti sciistici nel comprensorio montano di Campitello Matese, Comuni di San Massimo e Roccamandolfi.

E’ inoltre previsto il completamento dell’Auditorium “Unità d’Italia” ad Isernia e il supporto alla creazione di un centro di eccellenza su Data Science (DS) e Machine Learning (ML) dell’Università del Molise, per ricercatori e studenti provenienti anche da fuori regione.

Ai primi 153 interventi, potranno aggiungersene di nuovi, in virtù di eventuali nuove risorse disponibili e di economie realizzate in fase di attuazione anche grazie al supporto di Invitalia che, nella sua funzione di Centrale di committenza, assicura una riduzione dei tempi di gara pari al 50%.

Precedente Olivocoltura molisana all’insegna del biologico e della sostenibilità Successivo Erdogan e la guerra imperialista ai curdi