Daniela Sabatino, calciatrice di successo

Daniela Sabatino è una delle più note calciatrici italiane.
E’ nata ad Agnone (Isernia) il 26 giugno 1985 ed è cresciuta nella vicina Castelguidone,
E’ cresciuta nelle file del Campobasso, con cui ha esordito in serie B.
E’ quindi approdata in serie A nel 2000 a soli 15 anni con il Picenum.
Ha segnato il suo primo gol in serie A il 28 ottobre del 2000 contro il Milan. L’anno successivo è passata all’Isernia dove ha vinto il campionato di serie B segnando anche 18 gol, per poi passare al Casalnuovo in serie A2.
Con il fallimento della società napoletana, è tornata in Molise nel Monti del Matese Bojano, con cui ha incassato una doppia promozione dalla serie B alla serie A, vincendo anche il titolo di cannoniere con 28 reti in 22 gare.
Si è quindi trasferita in Svizzera per giocare con il Rapid Lugano, dopo un anno è tornata in Italia per giocare con la Reggiana: in quattro anni ha segnato 61 reti in 88 gare di campionato, oltre a 26 reti su 26 gare di Coppa Italia, collezionando 114 presenze ed 87 reti in gare ufficiali. Ha conquistato anche la Coppa Italia 2008/09, battendo ai rigori la Torres e stabilendo anche un record personale, andando a segno in tutte le gare disputate dalla Reggiana nella competizione.
Il 20 luglio 2010 è stata ingaggiata dal Brescia, con cui ha conquistato il titolo di capocannoniere della serie A, ex aequo con Patrizia Panico. Nel secondo anno ha conquistato la sua seconda Coppa Italia, segnando il gol partita nel 3-2 dopo i supplementari contro il Napoli. Con il Brescia, l’11 gennaio 2014, ha segnato il gol numero 100. A fine stagione, con le sue 35 reti in 30 partite, ha contribuito in modo decisivo alla conquista del primo scudetto del Brescia.
Dopo otto stagioni al Brescia, nell’estate del 2018 è passata al Milan, sotto la guida tecnica di Carolina Morace. Nella stagione 2018-2019 ha registrato 27 presenze, 17 reti in campionato e 2 in Coppa. La squadra ha raggiunto il terzo posto in campionato.
Dopo la stagione al Milan, nel 2019 è passata al Sassuolo di Gianpiero Piovani, già suo allenatore nell’ultima stagione al Brescia.
Lunga la presenza nella Nazionale italiana, iniziata il 24 settembre 2005 con il primo incontro per le qualificazioni al Mondiale di Cina 2007. Nel 2011 è stata convocata per l’edizione 2011 della Cyprus Cup, impiegata in due dei quattro incontri disputati.
Da allora è stata convocata con continuità.

Precedente Maria Rosaria Russo, i tanti film con Antonio Albanese Successivo Gaetano Scardocchia, ex direttore della Stampa