Eddie Lang, la storia del jazz


Salvatore Massaro nasce il 25 ottobre 1902 a Filadelfia, ultimo di dieci figli, da genitori di Monteroduni (Isernia).
Il padre, costruttore di strumenti a corda, gli intaglia una mini chitarra da una scatola di sigari, trasmettendogli anche l’amore per la musica. Massaro apprende le prime nozioni di musica da insegnanti italiani.

La chitarra di Eddie Lang

Lo strumento preferito è la chitarra, che impara a suonare come autodidatta.
Già a 18 acquisisce il nome di Eddie Lang e comincia ad imporsi nei locali americani.
Suona nelle band dal vivo e nelle sale di incisione, con tutti i più famosi musicisti jazz e blues quali Louis Armstrong, Bix Beiderbecke, Jimmy and Tommy Dorsey, Benny Goodman, King Oliver, Bessie Smith, Jack Teagarden, Frank Trumbauer e Joe Venuti. Lonnie Johnson dice di lui: “E’ la persona più gentile con la quale abbia mai lavorato”.
Nel 1929 Eddie Lang conosce Bing Crosby e dal 1931 lavora solo per lui, che lo vuole con se anche ad Hollywood. Per il film “College Humor”, Crosby chiede che Eddie abbia una parte recitata, ma la voce di Eddie è rauca a causa, pare, di tonsilliti frequenti. Bing Crosby convince Eddie, che non vuole farsi visitare da un dottore, ad effettuare l’operazione di tonsillectomia che gli sarà fatale.
Eddie Lang il 26 marzo 1933 muore a soli 31 anni per complicazioni post-operatorie.
Crosby rimpiangerà spesso quel consiglio.

Precedente Andrea Lalli, campione di corsa campestre Successivo Mario Lanza, l’erede di Caruso