“Forche Caudine”, nuova scommessa vinta

“Forche Caudine” da poco più di un mese ha rinnovato la sua veste grafica e la struttura tecnica del sito. Un passaggio che ha rigalvanizzato molti amici vicini al giornale e all’associazione, con ormai oltre 30 anni di esperienza.

I risultati stanno andando oltre le più rosee aspettative, grazie anche al fatto che il giornale, con sede a Roma, oltre a monitorare la regione d’origine, il Molise, ha uno sguardo costantemente rivolto alla dinamica realtà capitolina e nazionale. Un “privilegio” che sta assicurando alla testata numeri “impensabili” di visualizzazioni, di contatti e di iscrizioni all’associazione.

Il primo ringraziamento va a Vanessa, la ragazza che sta gestendo con grande professionalità il sito. Grazie anche alla Regione Lazio, che supplisce alle mancanze della Regione Molise. E a qualche imprenditore, con la speranza che aumenteranno strada facendo. Un altro ringraziamento va ai collaboratori, che da Roma e dal Molise ci forniscono pezzi e indicazioni utili.

Il giornale risponde nel modo più idoneo alla filosofia originaria di “Forche Caudine”: valorizzare la cultura molisana, l’unico biglietto da visita in grado di colmare i gap del territorio e di sottrarlo al costante dileggio da parte di schiere crescenti di italiani. Non a caso i banner fissi del sito vanno tutti in questa direzione.

Con il nuovo anno abbiamo in serbo altre sorprese. Rispondendo alla sola logica del volontariato diffuso e della piena autonomia, una risorsa preziosissima in un Molise pieno di “servitori dei due padroni”.

Precedente Transumanza, bene il riconoscimento, ma la sfida inizia ora Successivo Larino (Cb), colletta per i detenuti del carcere