Forche Caudine, ora c’è anche il murale

Ora c’è anche uno splendido murale per ricordare le Forche Caudine, l’epilogo della battaglia tra Romani e Sanniti che ha visto – raro caso nella storia – gli imperiali soccombere rispetto ai “rozzi montanari” del Sannio. Orgoglio sannita da cui è nata anche l’associazione “Forche Caudine” a Roma, ormai storico sodalizio che riunisce molisani e sanniti ad ogni latitudine.

Ad Arpaia, in provincia di Benevento, spicca da qualche giorno il murale del guerriero sannita realizzato dagli artisti Naf-mk e Ninakanin, classica testimonianza della street art che ha ormai conquistato anche il Molise grazie al festival annuale che si svolge a Civitacampomarano (Campobasso) su iniziativa dell’artista Alice Pasquini, romana con origini molisane.

Gli artisti si sono ispirati al celebre guerriero sannita di Pietrabbondante (Isernia).

L’evento è stato promosso dall’associazione “Officina sociale Pro Arpaia”, che, in collaborazione con l’ente locale caudino, ha dato seguito al programma di riqualificazione urbanistica del centro storico cittadino, avviato lo scorso anno e denominato “Anticamente”.

Il murale ripropone la figura del generale sannita Gaio Ponzio e ricorda l’epilogo della battaglia, avvenuta nel 321 avanti Cristo: i soldati romani, sconfitti, dovettero passare sotto il giogo dei sanniti.

L’evento ha visto la partecipazione, tra gli altri, di alcuni esponenti di Pietrabbondante, guidati dal sindaco Antonio Di Pasquo che ha evidenziato orgogliosamente l’insegnamento morale dei padri sanniti. La cerimonia si è conclusa con i saluti di Basilio Iuliano, presidente dell’associazione organizzatrice, e del sindaco di Arpaia, Pasquale Fucci.

Articoli correlati