Isernia, Erasmus +, l’arte e le nuove tecnologie

Nella giornata dell’11 novembre, presso la sede del MuseC – Museo dei Costumi del Molise di Isernia si è svolto il primo incontro del Progetto europeo Erasmus + KA” “Digital systems for a smart approach to art” organizzato da “Obiettivo Futuro”, un’associazione costituita soprattutto da docenti, che si pone come finalità la formazione degli adulti attraverso la realizzazione di attività di interesse culturale nell’ambito dell’educazione permanente.

Approvato dall’Indire e finanziato con fondi europei, il progetto, che avrà la durata di due anni e vedrà coinvolti sei Paesi (Bulgaria, Grecia, Italia, Madeira, Spagna e Turchia), intende favorire l’apprendimento delle nuove tecnologie partendo dall’interesse che molti adulti mostrano per l’arte e per i viaggi culturali e ricreativi. Al termine del percorso verranno creati nuovi modelli didattici che serviranno come buone pratiche per ulteriori azioni formative.

Hanno partecipato all’incontro le delegazioni provenienti da Bulgaria, Grecia e Spagna, insieme ai rappresentanti dell’associazione “Web per tutti” di Sulmona, capofila del progetto.

Dopo i saluti di benvenuto da parte del presidente dell’associazione prof. Giancarlo Carmosino e della responsabile del Presidio Turistico dott.ssa Emilia Vitullo, la coordinatrice di Sulmona prof.ssa Anna Grazia Lucantoni ha illustrato le finalità, le fasi e le varie attività del progetto; quindi, ogni partner ha presentato la propria istituzione e il Paese di appartenenza.

Nel pomeriggio, dopo aver ammirato i costumi e i gioielli della collezione Scasserra esposti al MuseC all’interno della struttura che li ha ospitati, i partners si sono recati nel centro storico della città per la visita guidata della Cattedrale e del Museo civico della memoria e della storia.

Precedente Economia circolare: firmato un “manifesto” a Ecomondo Successivo Toma e spaghetti (a Detroit)