Massimo Ciavarro: bellezza “anni Ottanta”


Massimo Ciavarro è nato a Roma il 7 novembre 1957 da famiglia molisana di Salcito (Campobasso).

Massimo Ciavarro

Il suo nome è soprattutto legato all’interpretazione di fortunati e spensierati film degli anni ottanta di ambientazione estiva.
Tra le pellicole interpretate ricordiamo: “Sortole che romagnola” (1976) di Alfredo Rizzo, “Vai alla grande” (1983) di Salvatore Samperi, “Chewing gum” (1984) di Biagio Proietti, con una giovanissima Isabella Ferrari, “Giochi d’estate”(1984) di Bruno Cortini, con Fabio Testi e Corinne Cléry, “Fiori di zucca” (1988) di Stefano Pomilla, con Marina Suma ed Enzo De Caro, “Grandi
magazzini” (1986) di Castellano & Pipolo con Enrico Montesano, Nino Manfredi, Michele Placido, Paolo Villaggio, Ornella Muti, Christian De Sica, Heather Parisi, Serena Grandi, Paolo Panelli, Renato Pozzetto, Lino Banfi e Massimo Boldi. In tv partecipa al varietà “Gran Hotel” su Canale 5, negli anni 1985 e 1986, con Franco e Ciccio, Gigi e Andrea, Paolo Villaggio, Carmen Russo, Massimo Boldi e Anna Mazzamauro.
Partecipa inoltre alla fiction “Valeria, medico legale” con Claudia Koll su Canale 5 con Giulio Base e Francesca Rettondini e “Sei forte maestro” del 2001 in 24 episodi, con Emilio Solfrizzi, Gaia De Laurentiis, Gastone Moschin, Valeria Fabrizi e Francesca Rettondini.
Partecipa anche al fortunato reality “La talpa”.
Nel 2002 produce “Uomini & donne, amori & bugie”, debutto alla regia dell’ex moglie Eleonora Giorgi, con Ornella Muti, storia di una coppia che in dodici anni ha cinque figli. Il film nasce, in gran parte, dalle esperienze personali dell’autrice.
Nel 2008 è uno dei concorrenti della sesta edizione de “L’isola dei famosi”.
Nel 2010 ha partecipato alla fiction con Massimo Boldi, Barbara De Rossi e Enzo Salvi Fratelli Benvenuti, nel ruolo di Angelo, il proprietario di una palestra.
Nel 2013 ha partecipato come concorrente alla seconda edizione del reality “Pechino Express” con il figlio Paolo.

Film
Sorbole… che romagnola, regia di Alfredo Rizzo (1976)
Sapore di mare 2 – Un anno dopo, regia di Bruno Cortini (1983)
Vai alla grande, regia di Salvatore Samperi (1983)
Giochi d’estate, regia di Bruno Cortini (1984)
Chewingum, regia di Biagio Proietti (1984)
Grandi magazzini, regia di Castellano e Pipolo (1986)
Fiori di zucca, regia di Stefano Pomilia (1989)
Celluloide, regia di Carlo Lizzani (1996)
Liscio, regia di Claudio Antonini (2006)
Nessuno si salva da solo, regia di Sergio Castellitto (2015)
Poveri ma ricchissimi, regia di Fausto Brizzi (2017)
Natale a 5 stelle, regia di Marco Risi (2018)

Precedente Celestino V: il Papa del “gran rifiuto” Successivo Enzo Cicchino: il regista della grande storia