Milano Pride, Serravalle Designer Outlet dà il via a ‘The district of Joy’

(Adnkronos) – Una manifestazione culturale diffusa dedicata alle tematiche dell’universo LGBTQIA+, ideata e interamente prodotta da Serravalle Designer Outlet. E’ ‘The district of joy’, in programma a Milano dal 24 al 30 giugno, durante la Pride Week, parte del programma promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano ‘Milano è Viva’ e inserita nel palinsesto di iniziative del Milano Pride. Alla realizzazione della rassegna di eventi gratuiti hanno preso parte alcune delle realtà culturali più importanti della zona di Porta Romana, come Santeria Milano, Arci Bellezza, Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, MaMu – Magazzino Musica, Libreria Egea, e il supporto dell’Università Bocconi. Con ‘The district of joy’, Serravalle Designer Outlet rafforza la connessione con la città di Milano, nel solco delle iniziative promosse nel biennio 2022-23. Ad avere un ruolo da protagonista nella strategia innovativa pensata per incidere in modo concreto e positivo sul territorio è l’area del Parco Ravizza, sul quale sono stati operati interventi per rafforzarne la centralità in termini di vivibilità, sicurezza e socialità per i cittadini milanesi. In continuità con le esperienze maturate, Serravalle Designer Outlet ha voluto costruire e supportare un progetto che si inserisse nel quartiere e nella Pride Week con l’obiettivo di renderlo un polo culturale e artistico di rilievo nel panorama milanese, come spiega il general manager Matteo Migani: “Serravalle Designer Outlet e il Gruppo McArthurGlen hanno deciso di avere un impatto positivo all’interno delle comunità nelle quali operano e, per questo motivo, abbiamo voluto trattare temi sociali che riteniamo urgenti e importanti, quali ad esempio l’inclusione e la diversità. Per questo abbiamo organizzato quest’anno una rassegna culturale intitolata ‘The District of Joy’, che ha come obiettivo la promozione dei valori di gentilezza, inclusione e libertà”.  Quella di Milano è per Serravalle Designer Outlet una piazza particolarmente centrale: “Milano rappresenta per noi una comunità molto importante – aggiunge Migani – Con Milano condividiamo la passione per la moda e, inoltre, è anche una piattaforma di lancio per numerosi clienti che ci fanno visita. Il capoluogo lombardo rappresenta anche l’hub turistico più importante del Nord Italia e Serravalle Designer Outlet ha una vocazione turistica molto spiccata, ospitando persone di più di 200 nazionalità ogni ogni anno, tracciate dal tax free. I numeri anche quest’anno si confermano in crescita e molto positivi, con un incremento del fatturato di circa il 7%, trainato principalmente dal turismo, che vede un tax free salire del 20% rispetto all’anno scorso”. Ad aprire la settimana di attività la mostra fotografica ‘Queer è Ora’ a cura della fotografa Alessia Rollo : “Queer è ora è un progetto che è stato sviluppato lo scorso anno intorno ai Cad, i centri anti discriminazione, e racconta le storie di persone che sono discriminate per la loro appartenenza di genere”. ‘Queer è Ora’ si configura come un progetto fotografico di ricerca artistica e sociale ed è nato con l’intento di raccontare storie e vissuti di persone appartenenti alla comunità LGBTQIA+, come racconta l’artista: “La mostra fotografica affronta quindici storie, sia di operatori che lavorano all’interno del Cad ma anche di persone. È il caso di Stefania e Luka, una mamma e un figlio che ha intrapreso la transizione. In questo racconto fotografico si parla di amore, di difficoltà e problematiche ma anche di tutto quello che è possibile fare grazie al sostegno e alla promozione di ideali quali l’integrazione, l’appoggio, l’amore. Tutte le persone, a prescindere dall’orientamento sessuale, hanno diritto a vivere una vita serena e tutelata”. Per favorire questa tutela, secondo la fotografa e curatrice dell’esposizione “l’ascolto è fondamentale. Con questo progetto ho potuto ascoltare queste storie che mi hanno permesso di capirne meglio la natura. Questo evento mostra che dalla collaborazione tra pubblico e privato e tra artisti e società civile si può aiutare a creare uno spazio per nuove storie e per aiutare a risolvere alcune problematiche che in questo momento credo sia necessario affrontare” conclude Rollo.  L’esposizione è in mostra negli spazi en plein air del Parco del campus Bocconi per tutta la settimana. McArthurGlen si pone da sempre l’obiettivo di fare la differenza, lasciando il segno, in Italia e all’estero. Recentemente, il Gruppo ha lanciato Evolve, una piattaforma di responsabilità sociale e di sostenibilità composta da diverse aree di intervento e progetti da realizzare attraverso una strategia ambiziosa che si propone di guidare un cambiamento reale. Tra questi obiettivi, il Gruppo cerca di sostenere le comunità e le persone svolgendo un ruolo attivo su temi sociali molto attuali e di rilevante urgenza, come ad esempio quelli dell’inclusione, della tutela della salute o della riqualificazione urbana. —[email protected] (Web Info)

Articoli correlati