Modaimpresa di Isernia: boom del fatturato nel 2020

Un aumento del 109% di fatturato rispetto all’anno precedente quello registrato nel 2020 da ModaImpresa azienda molisana attiva nel mercato del fashion, licenziataria dei marchi SivigliaCare Label e The Editor e con una forte presenza sui mercati internazionali, in particolare quelli asiatici.

Romolo D’Orazio

La moda e il retail sono fra i settori più colpiti dalla crisi emergenziale che stiamo vivendo e che ha registrato flessioni nella produzione e nelle entrate di tutti gli attori della filiera ma che con decisione tenta di ripartire facendo leva sui propri elementi di unicità. Orientamento alle competenze e struttura aziendale flessibile, sono questi gli elementi che caratterizzano ModaImpresa e che hanno contribuito alla costante crescita registrata – sin dalla sua creazione nel 2015 – dall’azienda nata da un progetto di auto imprenditorialità degli ex dipendenti Ittierre.

ModaImpresa si colloca tra il 12% delle aziende di consumo del Paese con 10 – 49 dipendenti che ha evidenziato un aumento percentuale del fatturato nel bimestre marzo – aprile 2020 rispetto al bimestre dell’anno precedente; relativamente all’area del mezzogiorno l’azienda si posiziona nel segmento del 3% di aziende che è riuscita a conquistare un aumento superiore al 10% del fatturato nello stesso periodo di riferimento nonostante il blocco delle attività e la contrazione dei mercati[1].

“Visione imprenditoriale rivolta al futuro e all’internazionalità mantenendo il legame con le origini, al centro le competenze e le expertise delle maestranze che passano dalla conoscenza del prodotto, l’attenzione alla filiera, il valore delle persone: questa è la strada che stiamo percorrendo con successo” afferma Romolo D’Orazio, presidente e Ceo di ModaImpresa.“I risultati che abbiamo raggiunto in fase di chiusura delle attività di questo anno così complicato sono la conferma che abbiamo intrapreso il giusto cammino, soprattutto sottolineano come il tessuto imprenditoriale italiano – specialmente quello legato alle manifatture – sia un segmento apprezzato da tutelare e valorizzare per il rilancio economico nazionale – conclude D’Orazio.

L’azienda che proprio nel 2020 ha siglato la licenza per le collezioni del celebre brand simbolo dell’italian style Siviglia, oggi si occupa anche delle produzioni e della distribuzione sui mercati internazionali dei brand The Editor e Care Label. Oltre a questo, il 2020 ha visto la nascita di ModaImpresa Care, nuova business unit verticale dal valore sociale per la produzione di dispositivi di protezione individuale, che durante il momento più acuto dell’emergenza ha visto la produzione di 10.000 pezzi al giorno destinati al personale sanitario della regione.

Il valore aggiunto di tutte le nostre attività è il territorio, prezioso serbatoio di competenze da tutelare. Crediamo molto in questa visione e il nostro obiettivo, fra gli altri, è quello di riportare al centro l’antico distretto di eccellenza tessile del Molise unendo le competenze alla dimensione globale a cui aspiriamo e contribuire così al rilancio del sistema regionale e anche nazionale – continua Romolo D’Orazio.

Nel piano di sviluppo per i prossimi tre anni l’azienda punta alla crescita della propria quota di mercato, nonché al consolidamento della posizione nel comparto. Fra gli obiettivi l’acquisizione di nuovi marchi per l’ampliamento del proprio portafoglio e l’apertura di uno showroom direzionale a Milano, fondamentale per il processo di internazionalizzazione dell’impresa, che attualmente realizza il 60% del suo fatturato in Italia grazie a una rete di 170 negozi clienti con posizionamento medio-alto.

Precedente L'immagine del Censis per l'Italia: "una ruota quadrata" Successivo Il Dpcm dimentica i piccoli comuni