Molise, crollo di residenti anche la scorsa estate

I numeri demografici del Molise continuano ad essere impietosi e non promettono nulla di buono. L’ultimo bilancio demografico a cura dell’Istat, diffuso qualche giorno fa, conferma il calo della popolazione anche la scorsa estate, un’anomalia dal momento che la bella stagione in genere registra un calo dei decessi. Il 2021, invece, segna circa 500 residenti in meno tra giugno e settembre, secondo stime attendibili. I morti, d’estate, sono poco più di trecento al mese, i nati meno della metà. Una forbice che, insieme alle partenze, sta segnando amaramente il destino di questa piccola regione.

La popolazione molisana, ormai scesa sotto la soglia psicologica dei 300mila residenti, si avvia a grandi passi verso i 290mila abitanti. Di fatto è come se in regione sparissero dieci persone ogni giorno. L’inverno, tra l’altro, è la stagione che accentua il fenomeno dello spopolamento.

Precedente Ma davvero il Molise è solo la terra dei caciocavalli? Successivo Il libro di Adele Rodogna, scrittrice originaria di Isernia