Molise, torna ipotesi eolico, due Comuni dicono no

Ancora ipotesi di territorio utilizzato per pale eoliche, con impatti anche sul paesaggio. Il Molise, che ha già dato, registra la protesta di associazioni e istituzioni, contrarie a questa forma di “colonizzazione”.

Contro la realizzazione di nuovi impianti eolici sulla costa, hanno formalizzato il loro no anche i consigli comunali di Campomarino e Portocannone, i due centri della provincia di Campobasso direttamente interessati dal progetto del parco eolico che prevede l’attivazione di cinque pale eoliche alte 200 metri.

I Consigli comunali hanno approvato all’unanimità due deliberazioni attraverso le quali viene dato mandato ai sindaci di opporsi alla realizzazione. Nei documenti viene evidenziato come le nuove pale eoliche “comprometterebbero in modo irreversibile l’economia agricola e turistica del territorio”.

Precedente Ricerca: i meridionali al lavoro sono più felici Successivo Aiuti alle famiglie: due nuove sedi a Larino e Montenero