Napoli, spari nel parco giochi: donna ferita da proiettile vagante

(Adnkronos) – Sarebbe rimasta ferita per errore da un proiettile vagante, la donna di 50 anni colpita ieri sera ad una coscia mentre si trovava nei pressi delle giostrine di piazza Italia, nel quartiere Fuorigrotta a Napoli. La donna era nel parco giochi con suo figlio. È questa l'ipotesi principale sulla quale stanno lavorando gli investigatori della squadra mobile di Napoli e del commissariato di polizia San Paolo, coordinati dalla Procura partenopea. Forse un agguato di camorra fallito, con il killer che ha sparato ad altezza d'uomo tra la folla, a due passi da un'area verde attrezzata con le giostrine, ad un orario di punta, quando erano presenti ancora tanti bambini in zona.  Ad avere la peggio è stata una donna di 50 anni, incensurata, totalmente estranea a quanto stava accadendo in strada raggiunta a una coscia da uno dei proiettili esplosi. Prima di essere trasportata all'ospedale San Paolo per le cure del caso e l'estrazione del proiettile, la vittima è stata inizialmente soccorsa da un passante con una cintura utilizzata come laccio emostatico. —[email protected] (Web Info)

Articoli correlati