“I molisani e la politica”: in sede Marta Bonafoni (Lista civica Zingaretti)



http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Marta_Bonafoni.jpg

ROMA – Si è chiuso con la Lista civica Zingaretti il ciclo di incontri “I molisani e la politica” che s’è svolto presso la sede di “Forche Caudine” a Roma. L’iniziativa ha visto la sede dell’associazione trasformarsi in una sorta di agorà per far conoscere – soprattutto attraverso il sito, la newsletter (che giunge a quasi seimila molisani) ed i social di Forche Caudine – candidati d’origine molisana o comunque vicini al Molise.
Attraverso il vicepresidente uscente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, romano della Garbatella ma con famiglia molisana originaria di Termoli, è stato il turno della consigliera regionale Marta Bonafoni, che tra l’altro abita vicino alla sede dell’associazione, in zona San Giovanni.
La Bonafoni – la famiglia in zona è nota da più di mezzo secolo per un negozio che vende calzature – è nata a Roma nel 1976. Dopo il liceo classico e la laurea in Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma, è diventata giornalista professionista nel 2003.
Le prime esperienze con la professione le ha maturate già dai 18 anni, quando ha cominciato a lavorare a Radio Città Futura, prima come cronista locale nella Capitale, poi a Milano dove ha vissuto per cinque anni. Qui, grazie a Radio Popolare, ha imparato ad essere una giornalista libera, indipendente e di sinistra.
Dal 2007 al 2012 è stata la direttrice di Radio Popolare Roma, emittente che ha contribuito a fondare. Negli anni ha collezionato diverse collaborazioni giornalistiche come quella col “Diario” o con il mensile “Paese Sera”. Ha inoltre partecipato, come docente, a diversi progetti di formazione per aspiranti radiofonici giovani e giovanissimi.
Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato alcuni rappresentanti del direttivo dell’associazione e l’ex consigliere comunale capitolino Cosimo Dinoi, la candidata con la Lista civica Zingaretti s’è complimentata per la dinamica attività dell’associazione dei molisani, auspicando future collaborazioni. Sul tappeto anche la possibilità di rafforzare i legami tra Lazio e Molise attraverso progetti comuni che possano includere anche l’associazione, che con i suoi trent’anni di attività rappresenta ormai un affidabile punto di riferimento per la folta comunità dei romani d’origine molisana.
Giampiero Castellotti e Gabriele Di Nucci hanno evidenziato come “Forche Caudine”, alla vigilia di ogni tornata elettorale, diffonda ai propri iscritti una scheda dove – in perfetta par condicio – indica i candidati d’origine molisana o comunque vicini all’associazione delle differenti formazioni politiche. L’ultradecennale vicinanza con Massimiliano Smeriglio rafforza l’indicazione di Marta Bonafoni e di Gino De Paolis ai molisani intenzionati a votare il candidato governatore Nicola Zingaretti.
Renzo Rea, da parte sua, ha illustrato le attività dell’associazione e il dinamismo della comunità molisana di Roma, che si rende visibile soprattutto nell’imprenditorialità dei tassisti, dei profumieri, dei ristoratori, dei garagisti, dei sarti e dei numerosi professionisti inseriti soprattutto nel pubblico impiego. Il vicepresidente dell’associazione, l’avvocato Donato Iannone, non ha voluto far mancare la sua presenza raggiungendo telefonicamente i presenti.
“Credo nella bella politica e nella forza delle donne – ha ribadito la Bonafoni – e sono certa che, confermando la fiducia, possa essere portato avanti l’ottimo lavoro condotto nella prima legislatura di Zingaretti alla Regione Lazio”. E’ l’augurio espresso anche dall’associazione.


(G.C.)

<div class="

Precedente Gal Molise Rurale: due bandi per fornitori e consulenti Successivo Regione: Fernando Fioramonti candidato "5 Stelle" a Frosinone