Bojano (Cb), convegno: “Genealogia delle origini”



A Bojano (Campobasso), venerdì 23 febbraio 2018 alle 18.00 al Palazzo Colagrosso – aula universitaria, si terrà il convegno dal titolo “La Genealogia delle origini. Radici ed Emigrazione”, condotto da Maurizio Varriano, referente nazionale di Borghi d’Eccellenza. Storie, volti, vicende; chi siamo, da dove veniamo, le partenze che hanno costruito l’Italia, per quello che si rivela un unicum nel panorama regionale, dove si parla per la prima volta di quella che è una scienza documentaria interdisciplinare che, coniugando in modo sistematico esperienze di carattere storico-sociale, archivistico e giuridico, nonché socio-linguistico e di storia della scrittura, fornisce gli strumenti idonei per reperire, leggere, comprendere e contestualizzare le fonti. Esattamente quello che è il focus di Molise Noblesse: un progetto che si sviluppa sul filo conduttore della “nobiltà” del Molise e dell’emigrazione, puntando tutto sul piano comunicativo, con l’intento di veicolare la realtà di una terra poco conosciuta, che potrebbe diventare interessante destinazione turistica. La Grande Bellezza, appunto, di una piccola regione! Ma siamo consapevoli della nobiltà della terra molisana? La genealogia è lo strumento che ci consente di tornare indietro nel tempo e ricostruire le storie.
Il convegno si aprirà con i saluti di Marco Di Biase, Sindaco di Bojano e di Vincenzo Cotugno, Presidente del Consiglio Regionale. Gli interventi saranno affidati a: Domenico Carriero, Esperto di Genealogia, con un intervento su “La ricerca genealogica: ricostruire la storia familiare”; Mina Cappussi, giornalista e docente all’Università Roma Tre, parlerà di “Genealogia nella ricerca di Emigrazione”; Giuseppe Pardini, docente di Storia contemporanea all’Università del Molise, ci diletterà con “L’emigrazione Molisana nel Novecento”; Giulio De Jorio Frisari, dell’Istituto Italiano Studi Filosofici, relazionerà su “Genealogia come modello ermeneutico” ed infine Nunzia Lattanzio, Pedagogista, Criminologa e Grafologa giudiziaria, affronterà un tema più specifico, quale “Grafologia e consanguineità”.
In chiusura la Tavola rotonda con la partecipazione di Ferdinando Pisco, Vicesindaco del comune di Morcone, che racconterà del “Modello di ricerca genealogica a Morcone”, Igor Picciano e Serena Valente, della Pro Loco “Agorà – Giulio Pittarelli” di Campochiaro, che ripercorreranno l’esperienza della “Ricerca genealogica a Campochiaro”. A seguire l’esibizione del costume tipico di Campochiaro.
Il convegno segue il corso di Genealogia tenutosi di recente a Napoli, il 27 gennaio e il 17 febbraio, e mira ad incentivare lo studio degli antenati. 

(fonte: Mina Capussi)

<div class="

Precedente Ecco il rapper di Casacalenda (Cb): "I am Michelangelo" Successivo Agnone: si presenta libro di Bagnoli e Mattarocchia de Capoa