La Masseria Monte Pizzi di Carovilli (Is) conquista il portale Turismo.it



http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Monte_Pizzi.jpg

“In cima alle montagne dell’Alto Molise per regalarvi una vista privilegiata sui luoghi dell’antica transumanza. L’agriturismo Masseria Monte Pizzi si trova a Carovilli, nell’Alto Molise. Una caratteristica dimora rurale dei primi anni del ‘900 completamente ristrutturata secondo i principi l’ecosostenibilità. L’agriturismo ha mantenuto la struttura originale in pietra. Il ristorante è stato ricavato dalla stalla e dalla rimessa originale”.
Inizia così il pezzo che il portale Turismo.it dedica a questa suggestiva struttura, ben riqualificata, che rappresenta un’eccellenza per l’Alto Molise.
“Grazie alla sua posizione strategica gode di uno splendido panorama sull’Appennino e di un paesaggio che invita a rilassarsi, fare lunghe passeggiate e vivere a contatto con la natura – continua il sito dedicato al turismo. “Ci troviamo a ridosso del tratturo storico che univa il lago del Fucino a Foggia. Il tratturo è un lunghissimo tratto erboso ritagliato nel territorio e percorso nel tempo da milioni di armenti condotti dagli stazzi abruzzesi e molisani alle pianure pugliesi, nelle periodiche transumanze di pecore e uomini. Per la sua natura intatta è un luogo in cui godere di tranquillità e buon cibo. La cucina è a carattere familiare e si basa esclusivamente su prodotti del territorio”.
L’articolo decanta il territorio della provincia di Isernia: “L’Alto Molise è terra di pascoli, di erbe aromatiche e di eccellenti prodotti caseari come il caciocavallo. Ma è anche luogo in cui si producono i tartufi bianchi e neri scorzone. Il ristorante della Masseria Monte Pizzi è aperto agli ospiti e agli esterni. Un luogo in cui assaporare la tipica cucina molisana. Una cucina ricca e sostanziosa che trova le sue origini nella grande varietà di prodotti della piccola regione”.
Grazie da tutti i molisani !  

<div class="

Precedente Antonio Tedeschi incontra Forche Caudine "Maggiore attenzione al mercato romano" Successivo Signora Chiara Cerqueti, ma cosa dice?