Un molisano apre la seconda sede operativa in Russia



Il dinamismo dei molisani che operano nei vari angoli del mondo è noto, ma ciò non ci esime dall’apprendere con orgoglio che dopo 20 anni di lavoro, impegno professionale e spirito di sacrificio, un emigrante di Castellino del Biferno apre una seconda sede operativa della propria azienda a San Pietroburgo. La prima è a Mosca, a ridosso della Piazza Rossa, e nasconde all’interno dei locali, immagini della nostra Regione, terra che Salvatore porta nel cuore come traspare dal suo saluto:”Ciao Michele come stai/state? Spero tutti in ottima forma. Io sono molto impegnato per l’apertura del nostra nuova sede a San Pietroburgo. Sperando di fare cosa gradita, ho pensato di condividere con te, un momento che mi ha riempito di orgoglio e soddisfazione considerato che provengo da una regione che molti italiani, per ignoranza o superficialità, pensano che non esiste e non sanno posizionarla su una carta geografica. Ho avuto la precisa percezione di essere considerato “uno di loro” quando ad una grande manifestazione commerciale di livello internazionale ad Ottobre scorso a Mosca, l’ente organizzatore insieme ad un nostro importatore strategico ha dedicato a me questo Banner gigantesco.

La scritta sostanzialmente dice: “Vent’anni di lavoro insieme per lo sviluppo del mercato”. Un carissimo saluto dalla Madre Russia. Salvatore

“L’Associazione “Padre Giuseppe Tedeschi” preserva i contatti con la diaspora molisana sparsa ai quattro angoli del Pianeta al fine di condividere con le nostre comunità sia le sofferenze come sta accadendo alle decine di migliaia di corregionali residenti in Venezuela, sia le affermazioni professionali, imprenditoriali, accademiche o sociali, come nel caso di Gianni Pollice di Capracotta insignito della massima onorificenza della Repubblica Federale Tedesca, di Luigi Reale di Ferrazzano, eletto consigliere regionale a Cambridge in Inghilterra, di Domenico Petta di Castelmauro nominato Console d’Italia di Liegi e del Lussemburgo, della squadra di calcio “Molise”, coordinata da Armando Manzo di Duronia, che ha vinto il Campionato a Mar del Plata o dei meritati successi di Salvatore Petrucci in Russia.Associazione “Padre Giuseppe Tedeschi”

<div class="

Precedente Si parla del Molise? Sì, per l'avviso di garanzia a Frattura... Successivo Un volume sugli scavi a Monte Vairano (Campobasso)