Il Molise deve vivere, concerto per la Corte d’Appello



Il Comitato Unitario contro la soppressione della Corte di Appello di Campobasso e per la salvaguardia della Giustizia di prossimità, attraverso il concerto del Tratturo, mira ad ottenere un duplice obiettivo: quello di coinvolgere emotivamente gli spettatori sui comuni valori delle nostre tradizioni e quello di richiamare l’attenzione sulla necessità di difendere la nostra terra ed i suoi presìdi, a partire dalla Corte di Appello di Campobasso, la cui paventata soppressione causerebbe un effetto domino con danni gravissimi ed irreversibili alle condizioni socio-economiche di chi abita in questa regione ed ai suoi presìdi contro la criminalità.
Il TRATTURO è un vessillo della nostra terra, un gruppo che negli anni ha svolto un ruolo di rilievo nel panorama internazionale, esibendosi in quasi duemila concerti in molti Paesi d’Europa e delle Americhe, partecipando a festival di risonanza mondiale con la sua musica di matrice ethno-rock e producendo una copiosa discografia, con canzoni che fanno ormai parte del patrimonio collettivo dei molisani e della terra sannita più in generale. Recandosi in vari paesi della terra sannita, il TRATTURO ha studiato e raccolto per quattro decenni musiche e canzoni popolari, traendone pubblicazioni in appositi volumi demo-antropologici e rielaborandole, così da ottenere un originalissimo innesto tra la musica e gli strumenti tradizionali (zampogne, armoniche, flauti, ecc.) e gli strumenti elettronici della musica rock ed anche hard rock.
Si tratterà perciò di un evento non soltanto musicale, ma anche culturale e politico, nel senso più alto e puro di questo termine (quello del servizio disinteressato per la collettività), IL PIÙ IMPORTANTE EVENTO POLITICO-CULTURALE-MUSICALE DI QUESTI ANNI. Coloro che vi parteciperanno, in Teatro o da casa, proveranno l’emozione di un’esperienza collettiva unica e straordinaria: lo spirito dell’antico Sannio e degli antichi padri sanniti, che risorge con rinnovato vigore.
L’Evento sarà introdotto dall’Arcivescovo Metropolita di Campobasso S.E. Mons. Giancarlo Bregantini e dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise Prof. Gianmaria Palmieri. Esauriti in un solo giorno tutti i biglietti nelle due librerie del capoluogo, il Comitato Unitario si è prontamente adoperato per dare la possibilità a tutti di poter partecipare all’Evento, ottenendo la disponibilità della società Secretel Service srl di Milano (con sede operativa ad Isernia), il cui Amministratore unico Franco Iannelli, nell’aderire al Comitato, ha offerto la piena disponibilità a realizzare gratuitamente la DIRETTA STREAMING dell’Evento, utilizzando uomini e mezzi della Convegni OnLine.
Con ciò, l’Evento sarà visibile ovunque, da personal computer, tablet, smartphone, smartTV, collegandosi al sito www.questaterradevevivere.it , dove basterà semplicemente cliccare (immediatamente sotto al “conto alla rovescia”) sull’apposito tasto “Guarda la diretta STREAMING” per accedere direttamente (dalle ore 20,30 in poi del 19 gennaio 2016) al Concerto del Teatro Savoia.
E si tratterà di una DIRETTA STREAMING interattiva, poiché chiunque la segue potrà esprimere il proprio parere mediante l’hashtag Twitter: #questaterradevevivere.
Ove mai vi fossero difficoltà nell’accedere alla DIRETTA STREAMING, l’utente potrà telefonare al numero verde 800969668 dall’Italia oppure cliccare (anche dall’estero) sul tasto SKYPE presente sul sito www.questaterradevevivere.it al fine di ottenere assistenza (anche questi servizi sono stati offerti dalla Secretel Service srl). Oggi stesso la PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE (che è tra i Promotori del Comitato Unitario), nonché le due associazioni romane CIM/CONFEDERAZIONE ITALIANI NEL MONDO e FORCHE CAUDINE (che hanno aderito nei giorni scorsi al Comitato Unitario) divulgheranno il presente documento (anche ai fini del coinvolgimento nella DIRETTA STREAMING) attraverso l’inoltro di decine di migliaia di e-mail ad altrettante associazioni ed anche a singoli italiani nel mondo e molisani nel mondo.
Pure il Comitato Unitario invia il presente documento in formato elettronico a tutti i propri aderenti, ossia ai Presidenti o Segretari delle centinaia di Ordini professionali, Comuni, Sindacati degli imprenditori e dei lavoratori, Associazioni della società civile ed altri Enti che vi hanno aderito: al riguardo, IL COMITATO UNITARIO INVITA I PROPRI ADERENTI AD INOLTRARE A LORO VOLTA IL PRESENTE DOCUMENTO A TUTTI I PROPRI ISCRITTI O ASSOCIATI, per dare la massima diffusione alla conoscenza dell’Evento e di ciò che esso rappresenta e quindi per permettere al maggior numero di persone di parteciparvi in DIRETTA STREAMING. L’Evento sarà altresì trasmesso in differita dalle emittenti locali TELEMOLISE, TLT E TELEREGIONE e verrà altresì seguito da RAI 3, oltre che dalla stampa locale, in particolare da PRIMO PIANO MOLISE ed IL QUOTIDIANO DEL MOLISE. Nei prossimi giorni, la notizia della manifestazione verrà poi divulgata anche dai MEDIA nazionali, come TG1, TV 2000 (organo della C.E.I.), Radio Vaticana, ecc. e, per la carta stampata, LA REPUBBLICA, AVVENIRE, l’OSSERVATORE ROMANO ed altri ancora. Per tutti i partecipanti al Teatro Savoia, sarà a disposizione uno staff del Comitato Unitario di 20 volontari (riconoscibili dal logo “Comitato Unitario – Organizzazione”), al fine di fornire informazioni, supporto e quant’altro.
In apposito banchetto all’ingresso, saranno presenti l’amministratrice ed altri operatori del sito FACEBOOK del Comitato Unitario (No alla chiusura della Corte d’Appello di Campobasso: è possibile visitarlo da casa ed eventualmente esprimere “Mi Piace” e condividere la pagina).
Presso lo stesso banchetto all’ingresso, saranno altresì presenti rappresentanti delle varie Associazioni dei Consumatori, che negli ultimi giorni hanno avviato una petizione popolare sempre a sostegno della causa comune, che chi vuole potrà sottoscrivere.
QUESTA TERRA DEVE VIVERE
IL COMITATO UNITARIO

<div class="

Precedente Inpgi, che farne? Successivo Roma, mostra di Arbore: cara e con discutibili "chiusure"...