“Auditorium”” è il titolo del nuovo cd del “Tratturo”



“Auditorium”” è il titolo del nuovo cd del “Tratturo”

ROMA – Si apprestano a tornare sul palcoscenico isernino dell’auditorium Unità d’Italia i sei musicisti del ‘Tratturo’: Enzo Di Luozzo, Mauro Gioielli, Alfonso Guglielmi, Nicola Iorio, Roberto Petrocelli e Piero Ricci.
Accadrà il prossimo 21 marzo e si prevede già un nuovo sold-out, sarebbe il quarto dopo i tre consecutivi che segnarono le prestazioni artistiche del gruppo lo scorso inverno, nello stesso auditorium. Questa volta, però, i fortunati possessori dei biglietti di ingresso troveranno una graditissima sorpresa: ad ognuno di loro sarà regalato il nuovo cd del Tratturo, un live che si intitola “Auditorium”’ e che ripropone il meglio dei tre concerti a cui si accennava prima.
«Nessuno dei tantissimi spettacoli che si sono tenuti nell’’auditorium Unità d’Italia dal giorno della sua inaugurazione – dice Enzo Di Luozzo, tastierista della band –- ha mai preso tangibilmente forma; nessuno si è materializzato e ha documentato in modo completo l’evento a cui è legato. Nel nostro auditorium, com’è noto, hanno suonato centinaia di musicisti, anche famosi a livello nazionale e internazionale, ma nessuno di loro ha mai pensato o programmato di realizzare un’’incisione discografica ‘live’ che conservasse nel tempo i canti e le melodie di tali esperienze. Il Tratturo, invece, ha voluto farlo. Ecco, allora, ‘’Auditorium’’, un titolo che è oltremodo esplicativo».
«L’’avevamo promesso lo scorso anno –- aggiunge Piero Ricci, zampognista del gruppo –- e abbiamo mantenuto l’’impegno. Il cd-live ‘’Auditorium’’ ripercorre lo standard artistico e il programma di sala dei tre concerti effettuati nello scorso inverno. Come tutti i live, riesce ad emozionare molto più d’i un disco registrato in uno studio di incisione. Conserva, infatti, i momenti ‘dal vivo’ che unirono le performance dei musicisti al pubblico presente agli spettacoli».
Sono 15 i brani contenuti nel cd, da ‘Nero sparviero’ a ‘Irinella’, passando per ‘Marinaresca’, ‘Ritorno dalla transumanza’, ‘Vicolo’, ‘Canzonantica’, ‘La penna del pavone’, ‘La curacchiera’, ‘Virtù sannita’, ‘Canzone dei dodici mesi’ e altro ancora.
Ascoltare questo disco farà certamente rivivere le emozioni di quelle tre indimenticabili serate musicali nell’’auditorium. Il ‘protagonista aggiunto’ del disco, infatti, è il pubblico che a più riprese sottolineò con scroscianti applausi le canzoni della band molisana. È un cd che chiunque sia stato presente ad uno dei concerti vorrebbe avere. L’’appuntamento è per il 21 marzo.

<div class="

Precedente OPINIONI / Mezzogiorno, emergenza lavoro Successivo OPINIONI / Riforme: la Repubblica è in pericolo?