Sabato ad Agnone la notte dei poeti



AGNONE (ISERNIA) – Il Centro Studi Alto Molise, in collaborazione con: Città di Agnone, Centro di Musica e Spettacolo, Fidas, Pro Loco Agnone, Associazione Carabinieri in congedo, presenta LA NOTTE DEI POETI.
“Sparuti e silenziosi perpetuiamo un esercizio di felicità, nutrendoci di versi, che ci intessono dalla nascita, per scoprire l’intima armonia con l’universo, imparare a cogliere nell’apparente insignificanza dei dettagli, il senso profondo del vivere, sfuggire alla comprimente e talora brutale realtà quotidiana saziandoci di bellezza, con leggerezza, garbo e convivialità”.
Ore 18.00; Chiostro di Palazzo San Francesco: inaugurazione della notte.
Declamazione del Cantico dei Cantici con le voci di Luigi Fabio Mastropietro e Mari Correa. Commento musicale del duo di chitarra e flauto Vincenzo La Sala e Franco Di Rienzo. Introduzione critica della prof.ssa Michela Miscischia.
Ore 20.00: Primo ingresso nel percorso di nutrimento del corpo e dell’anima: porta San Nicola; (secondo ingresso ore 20.30, quindi ogni mezz’ora circa)
– Prima tappa: piazza Dante Alighieri performance di Rolando Giancola “La vita è poesia” poesie scelte tra passato e presente. ; commento musicale di Luciana Patullo e la sua band.
Degustazione di sfizi e stuzzicherei.
Prima deviazione dal percorso: vico Mancinelli: note di poesia dialettale a cura di Domenico Meo e Antonino Patriarca. Commento musicale a cura di fisarmonicisti locali.
– Seconda tappa: Chiesa di San Francesco Valentino Campo declama l’Inferno. Canti scelti). Musiche del duo chitarra e flauto Vincenzo La Sala e Franco Di Rienzo.
Piazza Plebiscito perfomance di “poeti al balcone”
Luigi Fabio Mastropietro e Mari Correa con divagazioni;
Commento musicale del duo Cabildo Jazz.
Degustazioni di primi piatti tipici
Seconda deviazione dal percorso: Via Alfieri – Via Leopardi “Vino e Poeti all’assalto”
– Terza tappa:Piazza Marsala
Il Bivio di Sessano e Giovanni Petta
Degustazione di secondi piatti
– Quarta tappa: Belvedere “La Ripa” Rodolfo Coccia e i versi in libertà;
commento musicale a cura dei ragazzi del Centro di Musica e Spettacolo calici alle stelle e dolci.
Gran finale: leggii aperti e poeti estravaganti.
Chiunque lo vorrà potrà utilizzare i leggii e l’amplificazione per declamare una poesia, o cantare una canzone d’autore.
Informazioni: [email protected], www.centrostudialtomolise.it.

<div class="

Precedente "Cammina, Molise!": siamo alla 19a edizione Successivo Frosolone: si rinnova la festa del I Agosto