A Caserta, in “Intima Lente”, spazio alle tradizioni molisane



CASERTA – Fino all’11 dicembre a Caserta, presso i locali OfCA e Labyrintho si svolgerà “Intima Lente”, rassegna di film etnografici e antropologici.
Oltre 40 documentaristi da tutto il mondo saranno presenti con le loro opere: dagli Stati Uniti all’India, dall’Iran al Brasile, a Cuba e sostanzialmente da tutta Europa. Ovviamente una particolare attenzione viene data alle produzioni italiane, oltre una ventina, dalla Val d’Aosta alla Sicilia, in un ventaglio di proposte geograficamente rappresentativo.
Le tematiche suggeriranno riflessioni sulle tradizioni folkloriche e su spaccati di antropologia urbana.
Ideato da Aldo Colucciello e Augusto Ferraiuolo, questo festival si propone come uno dei più importanti del settore in Italia.Tra i documentari scelti per la rassegna casertana c’è anche «L’Uomo, l’Animale, la Maschera: quattro carnevali italiani», realizzato nel 2008 dal demologo isernino Mauro Gioielli e dall’editore Palladino di Campobasso. Il video documenta le tradizioni carnevalesche di Castelnuovo al Volturno (Cervo), Tufara (Diavolo), Putignano (Orso) e Samugheo (Urtzu e Mamutzones).
La proiezione è prevista per sabato 10 dicembre, alle ore 19, nei locali dell’OfCA a Caserta, in via Cesare Battisti 76.
Per ulteriori informazioni: www.intimatelensfestival.comAssociazione Culturale B.R.I.O. Brillanti realtà in osservazione
Via La Frazia 37
82018 Calvi (BN)
Tel/fax 0824.33.01.32, [email protected]
http://www.associazionebrio.eu/home.html
http://www.associazionebrio.eu/gallery.html

<div class="

Precedente Enrico Mentana: "Se lasciassi la7 non andrei in Rai" Successivo "Molise, un'altra Storia": buona la prima...