Concorso “Figli di tante patrie”. Le seconde generazioni si raccontano



ROMA – Roma multietnica del Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, in collaborazione con l’agenzia di viaggi Avventure nel Mondo, indice un concorso dedicato alle Seconde generazioni, che ha come oggetto la raccolta di brevi racconti inediti, video e fotografie.
Il concorso è rivolto ai figli di migranti, dai 16 ai 36 anni, nati o cresciuti in Italia, residenti o domiciliati a Roma e Provincia.
Figli di tante patrie intende promuovere e stimolare la creatività dei giovani che, attraverso la scrittura, la fotografia e il video, potranno offrire il loro unico e speciale punto di vista sulla propria famiglia d’origine.
La scadenza del concorso è fissata in data 20 dicembre 2011.
Il concorso sarà un’occasione per approfondire realtà umane e sociali differenti e variegate: identità sospese tra due generazioni, tra i mondi culturali degli adulti e quelli giovanili, tra i saperi e le memorie trasmesse e vissute. Un’occasione per riflettere sulle complesse relazioni familiari che si instaurano tra genitori “immigrati” e figli “italiani”, spesso ancora privi di diritti di cittadinanza, sui conflitti fecondi e sui reciproci arricchimenti.I partecipanti potranno cimentarsi con la scrittura, la fotografia e il video per esprimere sentimenti ed emozioni, visioni e pensieri, scaturiti da autentiche esperienze di vita.I primi classificati delle tre sezioni si aggiudicheranno in premio un Buono omaggio per un viaggio nel Bacino del Mediterraneo con l’agenzia Avventure nel mondo, sponsor ufficiale del Concorso.
Le migliori fotografie saranno esposte nel contesto di una mostra itinerante presso diverse biblioteche e presso l’Angolo dell’avventura dell’agenzia Avventure nel mondo.
I migliori video saranno proiettati in occasione delle mostre
I migliori racconti saranno pubblicati in un volume a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma.
I prodotti selezionati nelle tre sezioni del concorso troveranno spazio e divulgazione sul portale www.romamultietnica.it.
Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 20 dicembre 2011 a:
Concorso Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime.
Biblioteche di Roma – Via Zanardelli, 34 – 00186 Roma.
Per informazioni e regolamento:
www.romamultietnica.it
[email protected]
tel. 06 45430264 – 251
BANDO 2011
Art. 1
OGGETTO DEL CONCORSO
Il titolo del concorso è “Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime”, sviluppato in tre sezioni:
a) racconti brevi
b) fotografie
c) videoOgni partecipante potrà concorrere sia con un racconto, sia con una fotografia sia con un video, ma non potrà vincere più di un premio. Le opere dovranno essere individuali.
I racconti, le fotografie, i video dovranno essere forniti su supporto digitale. Su tutte le copie devono essere riportati: nome, cognome, recapito telefonico, e-mail. Gli elaborati inviati non verranno restituiti.
a) racconti brevi:
I racconti dovranno essere di lunghezza non superiore alle 3 cartelle (5.400 battute circa), in formato file di testo su cd o dvd. Il/la concorrente dovrà consegnare, compilata, insieme al racconto la Scheda racconto in allegato.
b) fotografie
Ogni partecipante potrà inviare un massimo di tre fotografie.
Le fotografie devono essere inviate in formato Jpeg su cd o dvd e devono avere un formato di 2048×2730 pixel (formato ottimale), e, in ogni caso, non inferiore a 1080×1440 pixel.
Le foto potranno essere a colori o in bianco e nero. Il/la concorrente dovrà compilare e consegnare insieme alle foto presentate la Scheda foto che si trova in allegato dove indicare titolo della foto, nome del file e didascalia.
c) video
Le opere in formato DVD devono avere una durata compresa tra i 3 e i 10 minuti (titoli di testa e di coda compresi).
Sono ammesse opere realizzate con qualsiasi tecnica (anche animazione).
Per partecipare ogni autore dovrà inviare insieme al video, la Scheda video allegata, da compilare con i dati, e almeno due fotografie di scena del backstage.I/le partecipanti devono essere gli/le autori/trici del racconto e/o dell’immagine fotografica e/o del video. Non sono ammesse elaborazioni di materiali realizzati da terzi. Partecipando al concorso il/la autore/autrice dichiara, sotto la propria responsabilità, che i racconti e/o le foto e/o i video presentati non violano la proprietà intellettuale, la privacy o qualunque altro diritto di terzi.
Ogni autore/trice è l’unico/a e solo/a responsabile del contenuto delle fotografie e/o dei video inviati.
Art. 2
REQUISITI PER L’AMMISSIONE
Sono ammessi al Concorso tutti i giovani dai 16 ai 35 anni residenti a Roma e Provincia, figli di immigrati nati o cresciuti in Italia che vogliano testimoniare, attraverso diversi mezzi espressivi – la scrittura, la fotografia, il video – il loro unico e speciale punto di vista sulla propria famiglia d’origine.
I/le partecipanti che abbiano meno di 18 anni all’inizio del concorso dovranno fornire il consenso di almeno un genitore o di chi ne fa le veci, che dovrà firmare il modulo di iscrizione e la liberatoria autorizzando la partecipazione del/lla minorenne al concorso.
Art. 3
TERMINI DI PRESENTAZIONE
I materiali devono pervenire insieme alla scheda d’iscrizione allegata di seguito, con nome, cognome, indirizzo, data e luogo di nascita, recapito telefonico, e-mail, nazionalità, provenienza della famiglia di origine, autorizzazione al trattamento dei dati personali e liberatorie (per i video e le fotografie) tramite posta o con consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Istituzione Biblioteche, via Zanardelli 34 – Roma I Piano entro le ore 12.00 del 20/12/2011 in busta chiusa indirizzata a:Concorso Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime.
E’ gradita ma non obbligatoria una pre-iscrizione al concorso inviando una mail con oggetto “Pre-iscrizione concorso Figli di tante patrie”, con la scheda di iscrizione compilata, all’indirizzo [email protected]
Art. 4
AGGIUDICAZIONE E PREMIAZIONE.
Ai vincitori delle opere selezionate sarà inviata comunicazione dell’esito del concorso entro il 31/01/2012 e contestualmente sarà indicata la data e il luogo della cerimonia di premiazione.
La giuria, le cui decisioni sono inappellabili, è composta da scrittrici/tori, fotografi, video maker, esperti.
I primi tre classificati delle tre sezioni si aggiudicheranno in premio un Buono omaggio per un viaggio con l’agenzia Avventure nel mondo, sponsor ufficiale del Concorso.
Le migliori fotografie saranno esposte nel contesto di una mostra itinerante presso diverse Biblioteche dell’Istituzione e presso l’Angolo dell’avventura dell’Agenzia Avventure nel mondo.
I prodotti selezionati in tutte e tre le sezioni del concorso troveranno spazio e divulgazione sul portale www.romamultietnica.it in un’apposita nuova sezione del sito.
I migliori racconti selezionati saranno pubblicati in un volume edito nel corso del 2012, a cura dell’Istituzione Biblioteche.
La Giuria del Concorso di riserva di assegnare ulteriori Premi Speciali.
Art. 5
RINUNCIA DIRITTO D’AUTORE e TRATTAMENTO DATI PERSONALII concorrenti rinunciano al diritto economico d’autore. La proprietà letteraria sarà del Concorso Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime.
Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 si comunica che tutti i dati personali dei quali il Concorso Figli di tante patrie. Le seconde generazioni raccontano le prime entrerà in possesso, saranno usati solo per quanto attiene al Concorso e alle attività collegate. I dati raccolti non verranno in alcun caso comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse da quelle del Concorso.
Ogni forma di plagio è vietata. L’Istituzione Biblioteche di Roma non si assume alcuna responsabilità per problemi che possano sorgere a causa di violazioni in materia di copyright-diritto d’autore.
Art. 6
CLAUSOLA FINALE
La partecipazione al Concorso comporta l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente bando. La non accettazione, anche di una sola di queste, annulla la partecipazione al Concorso.

<div class="

Precedente "Villula Pentra", nuovo b&b a Torella del Sannio (Campobasso) Successivo Lavoro, censimento 2011, a Roma selezione di rilevatori e coordinatori