Caritas: autocarro in dono da Cna e aziende molisane



http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Caritas_1.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Caritas_2.jpg

ROMA – Un autocarro cabinato, capace di trasportare fino a 3,5 tonnellate, che verrà utilizzato per i trasporti di beni e alimenti nei centri della Caritas e presso l’Emporio della solidarietà. È il dono che la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa ha consegnato alla Caritas diocesana di Roma.
Nella breve cerimonia, svoltasi il 13 luglio scorso presso la Cittadella della carità “Santa Giacinta” a Ponte Casilino a Roma, la vice presidente nazionale della Cna, Maria Fermanelli, ha offerto le chiavi del nuovo automezzo al direttore della Caritas romana, monsignor Enrico Feroci.
L’autocarro, dotato dei più moderni strumenti, verrà utilizzato dalla Caritas per il ritiro delle numerose merci che aziende e privati mettono a disposizione gratuitamente. Ogni due mesi, inoltre, l’organizzazione caritativa promuove delle raccolte alimentari presso i supermercati ed i grandi centri commerciali, ed il nuovo mezzo di trasporto consentirà di ridurre notevolmente i costi di tali iniziative.
Hanno contribuito all’iniziativa anche alcune aziende molisane, confermando l’infinita umanità, generosità e attenzione dei molisani verso chi soffre. Nel dettaglio le aziende Papa – Dolceamaro e Valerio vini di Monteroduni (Isernia) e Toner Italia di Ripalimosani (Campobasso) hanno contribuito fattivamente al dono.
La vice presidente nazionale della Cna, Maria Fermanelli, spiega che “l’interesse per un concreto intervento a sostegno della Caritas di Roma, partecipando all’acquisto di un mezzo per la distribuzione di beni e alimenti nei centri della Capitale, nasce da lontano e cioè dal 2000 quando Cna e Caritas di Roma incrociarono le loro strade in materia di immigrazione. Infatti dal 2002 Cna partecipa alla redazione del rapporto annuale sull’immigrazione elaborato da Caritas, sul tema specifico della imprenditoria etnica, poiché molti immigrati, oltre a cercare l’inserimento attraverso il lavoro dipendente, trovano una risposta alle loro attese nelle attività artigianali, del commercio e della piccola impresa in generale, e la Cna ne associa ad oggi quasi 15mila. Per questo motivo Cna ha deciso di partecipare all’acquisto di un mezzo più moderno per agevolare lo straordinario lavoro quotidiano della Caritas”.
Per il direttore della Caritas, monsignor Enrico Feroci, “l’autocarro che ci è stato offerto  dalla Cna ha un valore molto più grande perché simboleggia la sensibilità con cui gli artigiani ed i piccoli imprenditori ci affiancano nelle iniziative di promozione e solidarietà. Grazie al sostegno di molte imprese, che ci donano le eccedenze o che ci mettono a disposizione beni e servizi, con l’Emporio della solidarietà riusciamo ad aiutare nei bisogni primari almeno mille famiglie ogni mese”.
Presente all’iniziativa Gennaro Di Cicco, originario di Castel San Vincenzo (tramite padre) e Cerro al Volturno (tramite madre), funzionario Caritas a Roma nonché responsabile del settore solidarietà dell’associazione “Forche Caudine – Molisani a Roma”.

DIDASCALIE FOTO
Nella prima foto:
Antonio Valerio della società Valerio vini di Monteroduni (IS)
Gennaro Di Cicco, responsabile Settore Fondi e Donazioni della Caritas di Roma
Luigi Pontarelli della Toner Italia Ripalimosani (CB)
Silvano Papa della Papa-Dolceamaro di Monteroduni (IS)
Giuseppe Cristofaro, titolare della Toner Italia di Ripalimosani (CB)
Nella seconda foto:
Antonio Valerio della società Valerio vini di Monteroduni (IS)
Luigi Pontarelli della Toner Italia Ripalimosani (CB)
Mons. Enrico Feroci Direttore della Caritas di Roma
Silvano Papa della Papa-Dolceamaro di Monteroduni (IS)
Giuseppe Cristofaro, titolare della Toner Italia di Ripalimosani (CB)

<div class="

Precedente Roma, "Porta Futuro": i primi tre appuntamenti Successivo Agnone: il programma dell'estate agnonese