Escursioni nel Molise Frentano con l’Ecomuseo Itinerari Frentani



LARINO (CAMPOBASSO) – L’Ecomuseo Itinerari Frentani, da anni impegnato nella promozione, recupero e valorizzazione dei beni materiali e immateriali relativi alla cultura agro-pastorale del Molise Frentano, propone ai visitatori dell’area una serie di percorsi strutturati in modo da integrare gli aspetti storici, archeologici, naturalistici, enogastronomici, legati all’oralità e cultura popolare e alle tradizioni della nostra Terra.
Il Molise Frentano, l’area corrispondente al vecchio distretto di Larino, è uno scrigno di risorse e di bellezze tutto da scoprire. Borghi medioevali con splendidi monumenti tra cui la straordinaria Cattedrale di Larino e il castello angioino di Civitacampomarano, siti archeologici con misteri da svelare come il sito dell’antica Gerione, o gli imponenti siti archeologici dell’antichissima Larinum con mosaici policromi di eccezionale bellezza (Anfiteatro, Terme, Foro…). Nel Molise Frentano non mancano musei e collezioni, aree naturalistiche, aziende di prodotti enogastronomici che producono eccellenti formaggi, vini, olio extravergine d’oliva, salumi. Tutto questo rende possibile percorsi nella storia, nell’arte, nell’archeologia, nei sapori di questo sconosciuto ma ricco angolo del suolo italiano.
Altre ricchezze sono le arcaiche tradizioni che ancora sono portate avanti dai cittadini del posto, che sono strettamente collegate alla profonda religiosità dei cittadini e al rinnovo del ciclo della natura con feste legate a specifici passaggi stagionali.
Gli elementi dell’oralità popolare, tramandati da generazione in generazione, sottolineano l’appartenenza del popolo del Molise Frenano alla cultura agro-pastorale, questo è evidente nei proverbi, nei racconti, nei bellissimi canti popolari. A questa cultura popolare si sono riferiti anche straordinari poeti e scrittori dell’area come Raffaele Capriglione, Giovanni Cerri, Francesco Iovine.
Con l’Ecomuseo Itinerari Frentani è possibile visitare quest’area, gli aspetti storici, enogastronomici e quelli legati all’oralità popolare sono utilizzati in percorsi integrati, dando la possibilità ai visitatori di immergersi nella storia e nell’animo delle genti frentane.
In particolare a Larino, in collaborazione dei Cantori della Memoria e ristoranti dell’area, l’Ecomuseo Itinerari Frentani ha strutturato un percorso, tra resti archeologici, straordinari monumenti del Borgo medioevale, luoghi della memoria, sapori della nostra terra e cultura popolare: i visitatori potranno partecipare ad un’esperienza unica e terminare poi il percorso in uno dei ristoranti della città, concludendo il percorso con pietanze locali e con un brindisi al sapore di Tintilia.
Per informazioni sulle escursioni e attività proposte dall’Ecomuseo Itinerari Frentani: www.itinerarifrentani.it e [email protected]

(Marcello Pastorini)

<div class="

Precedente Roccamandolfi: dall'8 al 10 luglio, troneggia "Rocka in Musica" Successivo S'è svolta a Campobasso assemblea sull'associazionismo