Roma, festa di San Giovanni: quest’anno dal 20 al 26 giugno



ROMA – “Scippata” di fatto dal IX Municipio, che l’aveva ridotta – anche per mancanza di fondi – ad una festicciola di quartiere ubicata nei malmessi giardini di via Sannio, la Festa di San Giovanni si avvia a recuperare gli antichi fasti di inizio Novecento dopo due anni di rodaggio, sistemata davanti al prestigioso sagrato della basilica di San Giovanni in Laterano.
La rinnovata festa rionale, infatti, intende recuperare lo spirito dell’originaria manifestazione sin dal nome, che è “Antica Festa di San Giovanni”, quando una delle più belle piazze di Roma si animava grazie ad un prestigioso festival della canzone romana e le rinomate trattorie del quartiere offrivano straordinarie piatti di lumache.
Oggi la tradizione torna a rivivere, seppur nella mutazione dei tempi, e la kermesse riesce a riconquistare la città intera, debordando dai confini di quartiere e coinvolgendo istituzioni, associazioni di categoria, semplici cittadini. Si tende insomma a far ritrovare l’antico spirito di fratellanza e comunione che sin dagli albori della manifestazione, era il 1891 quando è nata, ha connotato questa straordinaria kermesse di sacro e profano sul sagrato della Basilica.
In passato, l’appuntamento in piazza San Giovanni costituiva un allegro incontro fatto di balli, canti e cibo, con l’indimenticabile simbolo della festa: le lumache al sugo.
Nel rispetto della tradizione anche questa nuova edizione 2011 vedrà circa 200 chili di lumache cucinate e distribuite gratuitamente ai visitatori, e nel contempo sul palco grandi esibizioni di musica e prosa.
Il programma, in sintesi, prevede:
lunedì 20 giugno – Orchestra Fideles et Amati (Evento in Basilica)
martedì 21 giugno – Luigi Tani e Milena Miconi (Evento sul palco)
mercoledì 22 giugno – Le migliori Orchestre di Strada (Evento sul palco)
giovedì 23 giugno – Corpus Domini (Evento in Basilica)
Attività enogastronomiche ed artistiche sospese
venerdì 24 giugno – “Er Vino è sempre Vino” della Compagnia di Michele La Ginestra (Evento sul palco)
sabato 25 giugno – Canto d’Inizio e Raffaella Aprile (Evento sul palco)
domenica 26 giugno – Paola Turci in concerto (Evento sul palco)
Eventi culturali:
Una rassegna fotografica e iconografica sulla vita popolare e lavorativa, con particolare notazione alla realizzazione degli acquedotti romani, nei sub-urbis romani di questi ultimi 100 anni. L’evento è in collaborazione con il prestigioso Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni di Roma, Istituto Demoetnoantropologico Italiano. Una mostra sugli antichi strumenti tipici delle corporazioni delle Arti e dei Mestieri dell’epoca, in collaborazione con la Collezione Privata Agostinelli. La sera del 24 Giugno verrà consegnato il Premio San Giovanni alle Suore dell’Ospedale San Giovanni. Ai percorsi espositivi si abbineranno le dimostrazioni dei Maestri d’Arte dell’artigianato: dunque il vecchio impagliatore di sedie, così come il vecchio “ombrellaro”, il mastro sellaio, il vasaio, il ciabattino, l’arrotino ed il maniscalco, mostreranno la perizia della loro antica maestria. Tale evento vede il patrocinio e la collaborazione della CNA (Confederazione Nazionale Artigiani) impegnata al fianco della Nuovi Orizzonti nella realizzazione altresì di un concorso tra tutti i maestri artigiani di Roma, chiamati a realizzare un manufatto ispirato al logo della Festa (la lumaca di San Giovanni). Tali prodotti di fine artigianato saranno esposti nelle quattro giornate di Festa e saranno oggetto di un’asta volta a devolvere il ricavato in beneficenza in favore della Peter Pan Onlus.
Eventi enogastronomici
I più famosi cuochi romani si esibiranno giornalmente per il pubblico nella preparazione di piatti tipici, svelando i piccoli segreti della tradizione culinaria romana. Le Strade del Vino del Lazio presenteranno i prodotti più raffinati dei Maestri Cantinieri Laziali, organizzando degustazioni guidate attraverso le sapienti spiegazioni dei propri sommelier. Le Aziende della provincia di Roma maggiormente rappresentative circa l’arte della preparazione di salumi, formaggi ed olio di alta qualità, esporranno e porteranno il pubblico in decine di degustazioni guidate. Con il patrocinio di ARSIAL verranno cucinate giornalmente in piazza le famose “Lumache di San Giovanni” piatto tipico romanesco, in distribuzione gratuita al pubblico.

<div class="

Precedente C.C. Management compie un anno a San Giuliano di Puglia (Cb) Successivo Concorsi, due assegni di ricerca dall'Università del Molise