Campobasso: la “prima” della Fondazione degli Architetti



CAMPOBASSO – Tessere l’architettura: a Campobasso la “prima” della Fondazione degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Campobasso. All’ex OMNI tre appuntamenti omaggio all’architettura del XX secolo della neonata organizzazione che punta a valorizzare il patrimonio regionale mettendo insieme gli esperti locali.
Una Fondazione per valorizzare la professione dell’Architetto, del Pianificatore, del Paesaggista e del Conservatore. È così che nasce l’organizzazione che mette insieme i professionisti della provincia di Campobasso con lo scopo di promuovere e attuare iniziative per la formazione e la qualificazione delle persone che operano in questo campo, ma anche per incoraggiare il confronto pubblico sui contenuti delle problematiche relative all’architettura e alla professione attraverso l’organizzazione di seminari, mostre, dibattiti, convegni e occasioni di confronto su temi diversi della cultura architettonica, urbanistica e ambientale.
Per la sua prima uscita pubblica, la Fondazione ha organizzato una mostra sulla città di Foligno: in esposizione una serie di idee progettuali per lasciare immaginare un futuro possibile di una struttura urbana. La scelta della sede nell’ex Opera Nazionale Maternità e Infanzia, una struttura fortemente legata al progetto di riscoperta dell’eredità architettonica del secolo scorso presente nella nostra regione, di fatto rappresenta al meglio uno dei propositi principali della Fondazione che punta a costituire un Archivio dell’Architettura Contemporanea del Molise. Tre giornate interamente dedicate all’architettura e alla progettualità, ma che lascia ampio spazio anche al confronto e al dibattito non solo tra gli addetti ai lavori, ma anche ai cittadini, interlocutori privilegiati di un dialogo che punta a coinvolgere la società civile ad ogni livello. Perché se è vero che il genio e l’esperienza disegnano l’ambiente in cui tutti ci muoviamo, è vero anche che non esiste nulla di più condiviso dell’architettura di cui tutti in maniera diversa usufruiamo ogni giorno.
Si comincia martedì 24 maggio, nella sala del cinema Alphaville di Campobasso alle ore 17, con la presentazione della Fondazione a cura del presidente Leonardo Bellotti e con la presenza del presidente dell’ordine degli architetti della provincia di Campobasso Nicola Moffa.
A seguire è previsto l’incontro-dibattito “Foligno: dalla distruzione sismica alla ricostruzione visionaria” al quale parteciperanno esperti delle università di Perugia e Foligno. Al termine dell’incontro, ci sarà l’inaugurazione della mostra “Disegnare Foligno tra storia e Utopia” allestita nella Galleria Limiti Inchiusi di Campobasso, che sarà visitabile dal 24 al 31 maggio dalle ore 17.30 alle 20.30. Venerdì 27 maggio alle ore 17.30 è la volta dell’incontro-dibattito “Le città medie, esperienze urbanistiche e territoriali a confronto” nella sala del cinema Alphaville di Campobasso.
La manifestazione si concluderà con la presentazione del volume “Dall’Adriatico al Gran Sasso. Architetture e progetti del nuovo millennio” martedì 31 maggio alle ore 17.30 nella sala del cinema Alphaville di Campobasso.
Per informazioni: [email protected], www.fondazionearchitetticampobasso.org

<div class="

Precedente Mostre: "Comunicazione in vetro", Cosimo Paiano espone a Roma Successivo Macchiagodena (Is): si festeggia il patrono San Nicola