Molise, il governatore Iorio firma protocollo con l’Università



Molise, il governatore Iorio firma protocollo con l’Università

CAMPOBASSO – Il governatore della Regione Molise, Michele Iorio, ha firmato con il rettore dell’Università di Campobasso, Giovanni Cannata, il ”Protocollo attuativo tra Regione Molise e Università degli Studi del Molise per lo sviluppo del Sistema universitario molisano”.
Come informa una nota regionale, tale protocollo vede l’impegno di 13 milioni di euro da parte della Regione, rinvenienti da risorse proprie, nazionali ed europee, e si inserisce nel Programma complessivo di collaborazione “Conoscere per Competere”, stilato tra gli stessi soggetti istituzionali lo scorso 6 maggio 2010.
“Non può esistere occupazione stabile se non si investe in implementazione della conoscenza e qualificazione della professionalità – spiega Iorio. “Come non può esistere sviluppo se prima non si supporta l’innovazione e la capacità produttiva. Partendo da questa convinzione abbiamo avviato con l’Università del Molise il Programma ‘Conoscere per Competere’ e con la firma ne avviamo la parte attuativa con un consistente impegno di risorse finanziarie. Un impegno importante da parte nostra che ci consentirà di chiedere anche al governo centrale, con il Piano per il Sud, di fare altrettanto ed investire in conoscenza e innovazione”.
Analoga cifra – 13 milioni di euro in più rispetto alla proposta ministeriale (che era di 558) – è stata ottenuta dalla Regione Molise sul fronte sanitario in ambito della Conferenza Stato-Regioni a Roma, sull’intesa per il riparto del Fondo Sanitario relativo all’anno 2011.
Il Molise ha dato il proprio assenso sulla base del risultato ottenuto di 571 milioni assegnati.
“Per il Molise – ha detto il governatore Iorio – il risultato è molto favorevole se si pensa che il Fondo sanitario per tutte le regioni è aumentato, rispetto all’anno scorso, dello 0,8%, mentre per noi è aumentato del 2,32%. Tutto questo è estremamente importante perché rappresenta un’inversione di tendenza che vede riconosciuta al Molise la peculiarità delle proprie dimensione. Ciò dà ragione, con l’assenso di tutti, compreso il governo, di un deficit strutturale del Fondo destinato al Molise che, essendo negli anni passati sottostimato, ha comportato difficoltà nel raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio”.
“C’è poi da rimarcare – ha concluso il presidente – l’alto valore del risultato politico raggiunto nell’impegno assunto dalla Conferenza, di elaborare, entro i prossimi quattro mesi, e quindi in tempo utile per il riparto 2012, i nuovi criteri che terranno espressamente conto delle condizioni socio-economiche e delle dimensioni demografiche di ciascuna regione”.

<div class="

Precedente Roma: selezione di artisti per la biennale internazionale d'art Successivo Agnone Music Festival: ecco le band partecipanti