Finanziamenti per la microimpresa tramite Invitalia (ex Ig)



Le agevolazioni per la microimpresa, attraverso Invitalia, sono di due tipi:
1) agevolazioni finanziarie, per gli investimenti e per il 1° anno di gestione
2) servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa
1. Le agevolazioni finanziarie. Le agevolazioni finanziarie concedibili sono: per gli investimenti, un contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato che, complessivamente, possono arrivare a coprire il 100% degli investimenti ammissibili
per la gestione, un contributo a fondo perduto sulle spese relative al 1° anno di attività.
Le agevolazioni finanziarie sono concesse entro il limite comunitario “de minimis” .
L’entità di ciascuna singola agevolazione non è predefinita, ma è il risultato di un calcolo che tiene conto dell’ammontare degli investimenti e delle spese di gestione nonché delle caratteristiche del finanziamento a tasso agevolato (durata, entità e tasso) che si intende richiedere. Il calcolo deve essere effettuato nel rispetto del principio che prevede che l’importo del mutuo a tasso agevolato per gli investimenti non possa essere inferiore al 50% del totale delle agevolazioni concedibili.
Esempi di calcolo delle agevolazioni finanziarie
Per una iniziativa con un investimento ammissibile pari a € 80.000 e spese ammissibili per la gestione pari a € 16.000, sono erogabili le seguenti agevolazioni finanziarie:
– finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti = € 48.000,00
– contributo a fondo perduto per gli investimenti = € 32.000,00
– contributo a fondo perduto per la gestione = € 16.000,00
Per una iniziativa con un investimento ammissibile pari a € 61.500 e spese ammissibili per la gestione pari a € 12.000, sono erogabili le seguenti agevolazioni finanziarie:
– finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti = € 36.750,00
– contributo a fondo perduto per gli investimenti = € 24.750,00
– contributo a fondo perduto per la gestione = € 12.000,00
Per una iniziativa con un investimento ammissibile pari a € 37.000 e spese ammissibili per la gestione pari a € 6.500, sono erogabili le seguenti agevolazioni finanziarie:
– finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti = € 21.750,00
– contributo a fondo perduto per gli investimenti = € 15.250,00
– contributo a fondo perduto per la gestione = € 6.500,00.
Il tasso di interesse è pari al 30% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento in base alla normativa comunitaria.
Il finanziamento a tasso agevolato è restituibile in un massimo di sette anni, con rate trimestrali costanti posticipate.
Per quantificare l’entità delle agevolazioni (coerentemente ai costi stimati per ciascun progetto) può essere utilizzato un apposito “foglio di calcolo”.Le spese di investimento e di gestione considerate “ammissibili” ai fini del calcolo dell’ammontare delle agevolazioni sono:
– per l’investimento
attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
beni immateriali a utilità pluriennale;
ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti.
– per la gestione
materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo;
utenze e canoni di locazione per immobili;
oneri finanziari (con l’esclusione degli interessi del mutuo agevolato);
prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati;
prestazione di servizi.
Nota bene:
– La spesa per l’IVA non è ammissibile
– Attrezzature e macchinari possono essere anche usati purchè non oggetto di precedenti agevolazioni
– Le spese considerate ammissibili sono quelle sostenute successivamente alla data di ammissione alle agevolazioni e non alla data di presentazione della domanda
– I beni oggetto delle agevolazioni sono vincolati all’esercizio dell’attività finanziata per un periodo minimo di cinque anni a decorrere dalla data della delibera di ammissione alle agevolazioni e, comunque, fino all’estinzione del finanziamento a tasso agevolato.
2. I servizi di sostegno
Nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa sono previsti servizi totalmente gratuiti di assistenza tecnica e gestionale, erogati direttamente da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione d’investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA per un periodo massimo di un anno. I servizi hanno l’obiettivo di accompagnare il beneficiario durante l’iter di erogazione delle agevolazioni e di rafforzarne le competenze gestionali in fase di start up della iniziativa.
Info: www.autoimpiego.invitalia.it/microimp_agevolazioni.asp

<div class="

Precedente Gli Usa premiano Pascal Spino, benefattore d'origine molisana Successivo Il Molise presente a "RomaCavalli" ora punta ad altre manifestazioni