Venafro: appello per il Castello Pandone



VENAFRO (ISERNIA) – Il castello Pandone di Venafro (Isernia) versa, già da diversi mesi, in una situazione a dir poco apocalittica. Infatti, in seguito a dei lavori impietosi, l’area circostante l’antico maniero somiglia più ad un girone infernale che ad un fossato di antica memoria. I gravi disagi che ne derivano stanno causando anche pesanti danni alla fruizione, nonché costante pericolo per i turisti e per le scolaresche.
Per questo motivo la Uil Beni Culturali non intende indugiare oltre e giovedì 7 aprile alle ore 16:30, dal fossato del citato castello terrà una conferenza stampa di protesta per illustrare nei dettagli gli aspetti controversi e per far verificare a chi interverrà la gravissima situazione di costante disagio e pericolo.
Per l’occasione, dovendo segnalare situazioni che riguardano la sicurezza del luogo, si crede opportuno invitare, oltre agli organi di informazione, anche i carabinieri ed i vigili urbani del comune interessato.

(Emilio Izzo)

<div class="

Precedente Apre il "Vinitaly" a Verona: il Molise nel segno della Tintilia Successivo Sos da "ArcheoMolise", rivista che rischia di chiudere