Apprendistato: strumenti dalla Provincia di Roma



ROMA – Una newsletter sull’apprendistato, la prima in Italia, inviata a consulenti del lavoro, commercialisti, istituzioni ed organi d’informazione. Un sito internet www.apprendistatoprovinciaroma.it ) dove è possibile reperire, in modo organico, tutte le informazioni su questa tipologia contrattuale, rilanciata grazie ad una legge del 2008 e all’accordo tra governo, Regioni e parti sociali del 27 ottobre scorso.
La Provincia di Roma presenta due nuovi strumenti multimediali per la promozione dell’apprendistato, contratto di avviamento al lavoro che prevede la forte alternanza tra momenti lavorativi e di formazione. L’iniziativa rientra in una campagna di comunicazione integrata, curata dalla Sectio di Roma, caratterizzata dallo slogan “Imparare lavorando, lavorare imparando”. Gli interventi comprendono anche video, banner e azioni sui social network. Obiettivo: valorizzare questa tipologia contrattuale che oggi interessa meno del quattro per cento della totalità dei
contratti di lavoro.
“Siamo convinti che l’apprendistato favorisca inserimenti lavorativi qualificati, rappresentando un’alternativa al precariato e un mezzo di riconnessione con i soggetti sociali più lacerati dalla crisi – scrive Massimiliano Smeriglio, assessore al Lavoro e alla Formazione della Provincia di Roma, nell’editoriale della prima newsletter. “Per questo, come Provincia di Roma – continua Smeriglio – abbiamo deciso di garantire finanziamenti fino all’80% per la formazione, prevedendo anche un cospicuo impegno finanziario, pari a 12 milioni di euro, per incoraggiare le aziende a ricorrere a tale contratto”.
Oggi, però, soltanto il 13% degli avviamenti con apprendistato si trasforma in contratti a tempo indeterminato. Un problema che può essere alleviato da un’informazione più puntale e approfondita.
Il sito www.apprendistatoprovinciaroma.it è incentrato soprattutto sull’organicità delle informazioni. E’ costruito sui tre canali che rappresentano i target primari: aziende, giovani ed enti. Ad ogni utente, grazie alla rigida classificazione, sono garantiti approfondimenti sugli elementi distintivi dei contratti: dai profili alle tipologie della formazione, dai costi alle agevolazioni, dall’iter burocratico agli obblighi di legge. Materia resa più chiara dalle domande frequenti divise in trenta argomenti.
Particolarmente dettagliato il canale che riguarda la normativa, che comprende, oltre a leggi e decreti, anche i principali interpelli al ministero del Lavoro e le circolari dell’Inps sull’argomento. La maggior parte dei 183 contratti di lavoro presenti ha evidenziata la parte riguardante l’apprendistato. Dal portale è inoltre possibile raggiungere circa 500 siti che dedicano un’area all’apprendistato. Un’ampia bibliografia di testi sulla materia e le domande frequenti divise in trenta tematiche completano il quadro.

<div class="

Precedente Molise "in ginocchio": i problemi a menischi e crociati Successivo Roma, festa per l'unità d'Italia: fischi al ministro La Russa