Polemiche su accordo in Molise: chiese nei centri commerciali



CAMPOBASSO – Nei centri commerciali di Termoli e di Montenero di Bisaccia, in provincia di Campobasso, verranno realizzate piccole chiese. Per far ciò è stato addirittura firmato un accordo sindacale, sottoscritto tra la Fisascat-Cisl e i responsabili delle stesse strutture commerciali.
“L’aver individuato, contrattato e concordato la soluzione di aprire un luogo di culto nei centri commerciali come avviene negli ospedali, nelle stazioni ferroviarie o negli aeroporti – ha dichiarato il segretario regionale dell’organizzazione sindacale, Alfredo Magnifico – può dare la possibilità ai lavoratori e ai frequentatori dei centri commerciali di osservare il precetto domenicale e contemporaneamente difendere la propria dignità di uomo”.
L’iniziativa ha aperto un dibattito sull’opportunità di collocare un luogo di culto in un’area che di spirituale ha ben poco. Tanto è vero che i promotori evidenziano il “costo zero” della realizzazione per la Chiesa. I favorevoli, a sostegno dell’iniziativa, citano le deroghe alle chiusure festive concesse dai sindaci in alcuni Comuni del Molise, anche a seguito di quanto stabilito dalla nuova legge sul Commercio.
“Pur con la consapevolezza della negatività del lavoro domenicale – conclude Magnifico – siamo costretti a scendere con i piedi per terra e a considerare l’altra faccia della medaglia”.
Rimane anche la questione di non assicurare, nei medesimi spazi dei centri commerciali, il diritto di culto alle altre professioni religiose.

<div class="

Precedente Rapporto Inea: stranieri protagonisti in agricoltura Successivo Roma, mostra su Cernobyl presso la libreria Odradek