Gay Pride: oltre a Vendola l’adesione di Antonio Di Pietro



ROMA – All’Europride Roma 2011, che avrà luogo nella Capitale sabato 11 giugno, aderisce anche Antonio Di Pietro.
Il parlamentare molisano, leader dell’Idv, è netto: “Ma è mai possibile che nel terzo millennio i cittadini debbano essere divisi per motivi aberranti? Per questa ragione io personalmente e l’Italia dei Valori aderiamo al gay pride per rilanciare la difesa della Costituzione. Per favore, siamo tutti uguali!”.
Una decisione che rafforza la vicinanza del movimento di Antonio Di Pietro alla sinistra più estrema, area più vicina ai movimenti gay.
Non a caso tra le altre adesioni è immancabile quella di Nichi Vendola. “Io ci sarò! – annuncia il governatore della Puglia attraverso un video, disponibile su Youtube (www.youtube.com/user/europrideroma).
Il presidente di Sinistra ecologia e libertà dichiara: “Io ci sarò, come tutti gli anni della mia vita sarò al gay pride, un appuntamento che ha a che fare con la libertà di tutti e di tutte, un appuntamento che guarda alle zone d’ombra che ci sono in tanta parte del mondo, alla violazione dei diritti delle persone, ai pregiudizi che ancora cingono di filo spinato la vita e i sentimenti di milioni di esseri umani. I gay, le lesbiche i trans – continua Vendola – rappresentano un mondo che ha scosso dalle fondamenta l’autorappresentazione del mondo. Un mondo plurale, fatto di tanti colori, un mondo che non può essere ridotto al bianco e al nero. Io ci sarò perché quella varietà di colori è sempre memoria e nostalgia dell’arcobaleno”.

<div class="

Precedente Il "modello" Molise per ricostruire L'Aquila? Successivo Nuovo libro sul Molise da Dante Gentile Lorusso