Isernia onora i “suoi” morti nel terremoto dell’Aquila



ISERNIA – Il Comune di Isernia intitola due scuole ai ragazzi isernini morti a L’Aquila in seguito al terremoto del 6 aprile 2009. A Michele Iavagnilio sarà intitolato il plesso scolastico di San Leucio, a Vittorio Tagliante sarà dedicato il plesso di San Lazzaro. Entrambi avevano 25 anni. Era partiti insieme da Isernia per stabilirsi a L’Aquila, dove condividevano la stessa casa. Michele lavorava nell’associazione “Il Cireneo”, mentre Vittorio era uno studente di ingegneria.
La cerimonia di intitolazione si svolgerà il 28 gennaio.
Sotto le macerie dell’Aquila morirono anche altri e due studenti molisani; Danilo Ciolli, 25enne di Carovilli (Isernia) studente della facoltà di Fisioterapia, e Elvio Romano 25enne di Bojano (Campobasso) studente di ingegneria. Un prezzo elevato pagato dall’emigrazione molisana anche a questa immane tragedia che ha colpito non solo il popolo abruzzese.

<div class="

Precedente Molise: con "Terra nostra" costumi e musiche regionali Successivo Roma, dialogare con i Centri per l'impiego