Osservatorio sulla disabilità: c’è anche Giovanni Scacciavilanni



Osservatorio sulla disabilità: c’è anche Giovanni Scacciavilanni

ROMA – Tra i quaranta i componenti dell’Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilità, costituito lo scorso 30 novembre con decreto ministeriale del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, c’è anche il molisano Giovanni Scacciavillani, originario di Frosolone (Isernia), funzionario di banca, responsabile Handicap dell’Ugl e storica voce dell’associazione “Forche Caudine”, circolo dei molisani a Roma.
Oltre ai rappresentanti di ministeri, istituzioni, enti pubblici e organizzazioni sindacali e datoriali, a costituire l’organo di consulenza previsto dalla legge di ratifica della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità del 3 marzo 2009 ci sono oltre quindici esponenti di organizzazioni no profit impegnate per la tutela dei disabili e dei loro familiari.
Ecco tutti i nomi dell’organismo. Per i ministeri: Orietta Maizza (dipartimento della Pubblica amministrazione e innovazione della Presidenza del Consiglio dei ministri), Alessandra de Marco (dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri), Angelo Mari (dipartimento per Politiche per la famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri), Daniela Bas (ministero degli Affari esteri), Massimo Marconi (ministero dell’Economia e delle Finanze), Corrado Loschiavo (ministero delle Infrastrutture e dei trasporti), Raffaele Tangorra (ministero del Lavoro e delle Politiche sociali), Fiammetta Landoni (ministero della Salute), Massimo Zennaro (ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca).
In rappresentanza degli enti locali e degli enti pubblici: Fabio Cembrani (Conferenza delle regioni e delle province autonome), Raffaele Goretti (Conferenza delle regioni e delle province autonome), Francesco Lo Trovato (Upi), Paolo Anibaldi (Anci), Anna Radi (Inps), Ivano Mannucci (Inpdap), Saverio Gazzelloni (Istat).
Per i sindacati e le associazioni datoriali: Antonina Daita (Cgil), Silvia Stefanovichj (Cisl), Sergio Ricci (Uil), Giovanni Scacciavillani (Ugl), Fabio Pontrandolfi (Confindustria).
All’interno dell’Osservatorio sono previsti anche i rappresentanti delle due grandi federazioni delle organizzazioni dei disabili, Fish e Fand, e di alcune tra le realtà più rappresentative dell’associazionismo e del terzo settore: Tommaso Daniele (Uic e Fand), Ida Collu (Ens e Fand), Franco Bettoni (Anmil e Fand), Alessandro Bucci (Unms e Fand), Giovanni Pagano (Anmic e Fand), Pietro Vittorio Barbieri (Faip e Fish), Giampiero Griffo (Edf, Dpi e Fish), Antonio Cotura (Fiadda e Fish), Ivo Manavella (Anffas e Fish), Donata Vivanti (Autismo Italia, Edf e Fish), Giuseppe Trieste (Fiaba), Sergio Silvestre (Coordown), Nicola Spinelli (Uniamo Firm Onlus), Fulvio De Nigris (Gli amici di Luca), Paola Menetti (Legacoopsociali), Ugo Campagnaro (Federsolidarietà regione Veneto).
Presenti, infine, in qualità di esperti Carlo Francescutti (responsabile del Centro collaboratore dell’Oms per le classificazioni internazionali), Matilde Leonardi (responsabile della Struttura “Neurologia, Salute pubblica, Disabilità” presso la Fondazione Irccs Istituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano) e Mario Melazzini (presidente dell’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica-Aisla).
Dieci gli invitati permanenti all’Osservatorio senza diritto di voto: Angelo Gianfranco Bedin (Fondazione don Carlo Gnocchi onlus), Giovanni Paolo Bernini (Comune di Parma), Luciano Bertozzi (Rete Imprese Italia), Antonello Bolis (Cura e riabilitazione cooperativa sociale onlus), Gianfranco Bordone (provincia di Torino), Mario Carletti (Inail), Mario Conclave (Italialavoro), Franco Deriu (Isfol), Angelo Ferro (Fondazione Opera Immacolata concezione onlus), Sergio Zini (Cooperativa sociale Nazareno).
Chiudono l’elenco, i membri del comitato tecnico scientifico presieduto da Matilde Leonardi e composto da: Raffaele Tangorra (ministero del Lavoro e delle Politiche sociali), Fiammetta Landoni (ministero della Salute), Raffaele Goretti (Conferenza delle regioni e delle province autonome), Paolo Anibaldi (Anci), Giovanni Pagano (Anmic e Fand), Pietro Vittorio Barbieri (Faip e Fish), Carlo Francescutti (esperto) e Mario Melazzini (esperto).

<div class="

Precedente Domani a Roma e in Molise stelle cadenti ed eclissi di sole Successivo Elio Germano in tv: sarà Felice Maniero