ROMA EVENTI/ Natale, tre appuntamenti in note



ROMA – L’Ada, Associazione per i Diritti degli Anziani, emanazione della Uil Pensionati, dà vita quest’anno alla prima edizione di una serie di “Concerti per Roma ed il Lazio” in collaborazione con l’Accademia Romana delle Arti. L’iniziativa mira a rendere omaggio agli anziani, che costituiscono un patrimonio di inestimabile valore per la società, perché in essi si identifica la memoria storica e culturale di un popolo. Un patrimonio fatto di esperienza, di saggezza, di energie, cui la società può attingere, aggiungendo linfa e prospettive all’operato di tutta la comunità.
I concerti, per i quali è previsto l’ingresso gratuito, verranno eseguiti dunque per vincere insieme la solitudine, l’esclusione sociale, la non autosufficienza.
Il programma avrà inizio domenica 19 dicembre alle ore 16,30 presso la Sala Folchi dell’Ospedale San Giovanni (Via di Santo Stefano Rotondo 280 – Roma). Il Coro dell’Aventino (soprano solista: Maria Tomassi) e l’orchestra da camera Romaincanto (direttore: Fabio Avorio) eseguiranno:
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
dal «Messiah»: – Worthy is the Lamb that was slain e Amen
FRANZ GRUBER (1787-1863)
– Stille nacht
TRADIZIONALE FRANCESE
– Les Anges dans nos campagnes
SANT’ ALFONSO (1696-1787)
– Fermarono i cieli
SANT’ ALFONSO (1696-1787)
– Tu scendi dalle stelle
TRADIZIONALE INGLESE
– Deck the halls
– Away in a manger
SPIRITUAL SONG
– Amazing Grace
TRADIZIONALE
– Adeste fideles
TRADIZIONALE TEDESCO
– O Tannenbaum
MARC-ANTOINE CHARPENTIER (1634?-1704)
– Preludio (dal ” Te Deum”) per orchestra
WOLFGANG AMADEUS MOZART (1756-1791)
– Ave verum Corpus
FRANZ SCHUBERT (1797-1828)
– Mille cherubini in coro
ANONIMO SPAGNOLO
– Riu, riu Chiu la guarda ribera da ” Cancionero del Uppsala”
ADOLPHE-CHARLES ADAM (1803-1856)
– Minuit, chrétiens
IRVING BERLIN (1888-1989)
– White Christmas
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
– Joy to the world dal «Messiah»: – Hallelujah
Lunedì 20 dicembre 2010, dalle ore 18,30, presso la basilica di Sant’Alessio (Piazza Sant’Alessio 23 – Roma), il Coro dell’Aventino e l’orchestra da camera Romaincanto (direttore: Fabio Avorio) eseguiranno, con la partecipazione del Coro delle Voci bianche dell’Istituto Spirito Santo di Roma:
MARC-ANTOINE CHARPENTIER (1634?-1704)
– Preludio (dal ” Te Deum”) per orchestra
FRANZ GRUBER (1787-1863)
– Stille nacht
SANT’ ALFONSO (1696-1787)
– Tu scendi dalle stelle
TRADIZIONALE
– Adeste fideles
TRADIZIONALE TEDESCO
– O Tannenbaum
TRADIZIONALE FRANCESE
– Les Anges dans nos campagnes
FRANZ SCHUBERT (1797-1828)
– Mille cherubini in coro
TRADIZIONALE INGLESE
– Deck the halls
IRVING BERLIN (1888-1989)
– White Christmas
ANONIMO SPAGNOLO
– Riu, riu Chiu la guarda ribera da ” Cancionero del Uppsala”
TRADIZIONALE
– In notte placida
TRADIZIONALE
– Joy to the world
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
dal «Messiah»: – Hallelujah
TRADIZIONALE
– Jingle bells.
Infine martedì 21 dicembre 2010, dalle ore 17 presso il cinema teatro Don Bosco, il Coro dell’Aventino (soprano solista: Maria Tomassi) e l’orchestra da camera Romaincanto (direttore: Fabio Avorio) eseguiranno:
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
dal «Messiah»: – Worthy is the Lamb that was slain e Amen
FRANZ GRUBER (1787-1863)
– Stille nacht
TRADIZIONALE FRANCESE
– Les Anges dans nos campagnes
SANT’ ALFONSO (1696-1787)
– Fermarono i cieli
SANT’ ALFONSO (1696-1787)
– Tu scendi dalle stelle
TRADIZIONALE INGLESE
– Deck the halls
– Away in a manger
SPIRITUAL SONG
– Amazing Grace
TRADIZIONALE
– Adeste fideles
TRADIZIONALE TEDESCO
– O Tannenbaum
MARC-ANTOINE CHARPENTIER (1634?-1704)
– Preludio (dal ” Te Deum”) per orchestra
WOLFGANG AMADEUS MOZART (1756 – 1791)
– Ave verum Corpus
FRANZ SCHUBERT (1797-1828)
– Mille cherubini in coro
ANONIMO SPAGNOLO
– Riu, riu Chiu la guarda ribera da ” Cancionero del Uppsala”
ADOLPHE-CHARLES ADAM (1803-1856)
– Minuit, chrétiens
IRVING BERLIN (1888-1989)
– White Christmas
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
– Joy to the world dal «Messiah»: – Hallelujah.

<div class="

Precedente Eco-edilizia: bene il Centronord, nel Mezzogiorno spicca Salerno Successivo ROMA EVENTI/ La storia ritorna all'Auditorium