Apertura anche pomeridiana per 63 mercati rionali a Roma



ROMA – In via sperimentale, fino al 31 maggio 2011, un’ordinanza sindacale impone l’obbligo dell’apertura pomeridiana per i mercati rionali il martedì e il venerdì fino alle 20. Gli altri giorni della settimana l’apertura pomeridiana sarà facoltativa.
La nuova disciplina oraria dovrà essere rispettata da tutti i mercati in regime di autogestione nonché quelli su sede propria cosiddetti coperti o plateatici, quelli cioè che possono contare su una struttura ad hoc per le attività di commercio su area pubblica. Si tratta di 32 mercati all’aperto su plateatico attrezzato e 31 mercati coperti che dovranno rispettare l’obbligo di apertura pomeridiana il martedì e il venerdì fino alle 20, per un totale di 63 strutture.
Per i mercati cosiddetti “su strada”, sprovvisti di una struttura plateatica, l’osservanza del nuovo regime orario rimane invece facoltativa, previo il parere e la verifica da parte della Polizia municipale e del Municipio competente in merito alle questioni di sicurezza urbanistica e ordine pubblico.
Il nuovo regime orario di apertura pomeridiana, stabilito dall’ordinanza sindacale n. 12 del 3 dicembre 2010, è stato presentato dall’assessore alle attività produttive Davide Bordoni, che ha detto: “La nuova disciplina oraria è stata decisa di concerto con le associazioni di categoria e vuole venire incontro alle esigenze della cittadinanza che avrà così la possibilità di frequentare i mercati rionali fino alle 20 per due giorni a settimana”.
Si tratta, insomma, di una misura finalizzata a dare al commercio di quartiere un’opportunità di rilancio e sviluppo, rivalutando i mercati rionali, risorsa importante per la Capitale, che fa parte della sua cultura e tradizione, rispetto all’assalto dei centri commerciali, che ormai monopolizzano il tempo libero, specie di famiglie e di giovanissimi.
“Il prolungamento dell’apertura – ha aggiunto Bordoni – è un passo strategico a favore dell’imprenditorialità dei mercati per rilanciarsi sul territorio, rispondere alla concorrenza e offrire un servizio tagliato su misura per gli utenti”.
La nuova disciplina oraria sarà oggetto di una campagna di informazione rivolta alla cittadinanza che prenderà il via nel periodo festivo.

<div class="

Precedente Roma: sabato la manifestazione del Partito democratico Successivo La cultura molisana sbarca in Albania