Terremoto: nuova sentenza, pene ridotte a due imputati



ROMA – Si torna a parlare del terremoto molisano del 2002 con il giudizio della Corte d’Appello di Salerno dopo il rinvio della Cassazione. L’organo di giustizia campano ha ridotto le pene con il nuovo appello per due imputati condannati per il crollo della scuola di San Giuliano, in cui morirono 27 bambini e una maestra.
A Giuseppe La Serra (progettista e direttore dei lavori) e Mario Marinaro (responsabile della pratica di sopraelevazione della scuola) la pena è stata mitigata a cinque anni. E’ stata invece confermata invece la condanna a cinque anni per gli imprenditori Carmine Abiuso e Giovanni Martino. Alle condanne vanno tolti tre anni per l’indulto.

<div class="

Precedente Roma, IX Municipio: flop per "Appia News" Successivo Crudo il Rapporto Censis: l'Italia è ormai "appiattita"