Dopo il progetto “Molisannio” arriva la proposta “Moldaunia”



ROMA – Dopo il progetto Molisannio, finalizzato ad includere la provincia di Benevento nel Molise, è la volta della Moldaunia, annessione della provincia di Foggia al territorio molisano.
A proporre la “rivoluzione geografica” è il Consiglio comunale monotematico di San Severo (Foggia) che ha votato all’unanimità il parere favorevole al progetto “Moldaunia”, presentato dall’omonimo movimento popolare guidato dal presidente Gennaro Amodeo.
L’ordine del giorno approvato invita il sindaco del centro pugliese a procedere eventualmente con un referendum tra la popolazione chiamata ad esprimersi a sostegno o meno dell’unione del Molise alla Daunia e delle prospettive di sviluppo legate a tale iniziativa.
All’assemblea civica monotematica ha preso parte come rappresentante del Molise, il consigliere regionale Antonio Chieffo.
Tra i presenti il presidente della Provincia di Foggia, Antonio Pepe, il prefetto di Foggia, Antonio Nunziante ed il presidente del Movimento Popolare Progetto Moldaunia, Gennaro Amodeo.
“Ho sostenuto la tesi di una opportunità per ordine sociale ed economica di una costituzione di una regione più ampia nel caso in cui dovessero riverdersi i confini del Molise – ha spiegato il consigliere Antonio Chieffo. “Trovo che in questo ambito il Molise debba avere un ruolo centrale e di protagonista rispetto a questo futuro geografico più ampio che può essere con la Capitanata senza escludere l’Abruzzo che è guardato con interesse da molti molisani”.

<div class="

Precedente Il molisano Antonio Borromeo s'impone al concorso di Fiuggi Successivo La giornata mondiale dei diritti dei bambini