Tragedia a San Biase, in Molise: uccide madre, zia e si suicida



Tragedia a San Biase, in Molise: uccide madre, zia e si suicida

SAN BIASE (CAMPOBASSO) – Tragedia familiare a San Biase, centro molisano di 270 abitanti in provincia di Campobasso. Verso le 19,30 di ieri, Giuseppe Giagnacovo, 51 anni, ha colpito alla schiena con un colpo di fucile la madre ottantaduenne, Adelina Ciavatta, mentre era su una sedia a rotelle. Ha continuato a sparare colpendo in pieno viso la cugina Maria Giagnacovo, di 74 anni, che era probabilmente accorsa sul posto dopo aver udito lo sparo. Gli ultimi due colpi l’uomo li ha tenuti per se stesso per togliersi la vita: il primo all’addome, il secondo al petto. A scoprire la tragedia, circa un’ora dopo l’accaduto, una vicina di casa che si era recata nell’abitazione su richiesta di una delle due sorelle dell’assassino, preoccupata perché non riusciva a contattare la madre. Le chiavi erano infilate nella serratura della porta d’ingresso.
Le indagini sono coordinate da Rossana Venditti, sostituto procuratore di Campobasso. Sono affidate ai carabinieri di Bojano che hanno interrogato in caserma i primi testimoni.
La vicenda ha naturalmente sconvolto tutti gli abitanti del piccolo centro. Giuseppe Giagnacovo, celibe, disoccupato, viene descritto come una persona tranquilla, sebbene da un po’ di tempo soffrisse di depressione dalla quale, evidentemente, non s’era ripreso. Alcuni testimoni lo avrebbero visto nel pomeriggio di ieri camminare sereno per una strada del paese. Le due sorelle dell’uomo vivono a Roma e a Prato.

<div class="

Precedente Rischio eolico in Molise: interviene anche Federico Orlando Successivo Sul quotidiano "Il Messaggero" inchiesta sull'eolico molisano