Spettacolo ad Ostia: Taiko e flamenco



http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Giorgia1.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Giorgia13.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Giorgia29.jpg
http://forchecaudine.com/gallery/00_Notizie/Giorgia35.jpg

ROMA – Immaginate un luogo abbandonato al più desolante degrado. Aggiungetevi carcasse di moto e motorini rubati e smontati, fili elettrici che pendono pericolosamente dai soffitti. Ed ecco lo scenario che si presenta agli occhi di un gruppo di cittadini la sera del 24 ottobre 1992. Dall’indignazione e da un forte sentimento di ribellione al degrado, nasce Affabulazione, il comitato per il presidio del centro socio-culturale di piazza Agrippa a Ostia Lido. Se oggi il centro è un luogo aperto è merito di quei cittadini che hanno saputo, con coraggio e intelligenza, riportare in vita uno spazio abbandonato con un fitto calendario di eventi culturali e di iniziative sociali che ne hanno fatto un punto di riferimento per la città. Corsi e laboratori, spettacoli di teatro, musica, danza e cinema, mostre di pittura, fotografia, scultura . Un’offerta culturale vastissima proposta da Insegnanti qualificati e di accertata professionalità che operano nello spirito del volontariato, a titolo gratuito, per l’abbattimento del pregiudizio nei riguardi delle diversità che vengono considerate, non motivo di divisione, ma vera e propria ricchezza ed occasione di crescita fraterna e collettiva. In quest’ottica va visto lo spettacolo Taiko Flamenco Duel che va in scena sabato 13 novembre alle ore 21. Un melting pot di culture: un duello ritmico tra i poderosi piedi della danzatrice di flamenco, Giorgia Celli, e i grandi tamburi giapponesi delle due percussioniste (Catia Castagna e Rita Superbi). Quello che inizialmente sarà una sfida che le tre duellanti si lanceranno a turno anche danzando insieme con un elemento in comune alle due culture (il ventaglio), diventerà nel finale un potente insieme di ritmi a incastro dove i taiko e il flamenco mostreranno la forza dell’unione. Lo spettacolo è stato recentemente presentato a Milano all’interno dell’Edge Festival al Teatro Elfo Puccini, a Bologna al Teatro Ridotto e a Rieti nell’ambito del Festival delle Culture (per informazioni Affabulazione, Piazza Marco Vipsanio Agrippa 7h; tel. 06 45432479 o 346 6297952 o 345 4214309, www.affabulazione.it; raggiungibile con metro, fermata Ostia Lido Centro, e autobus 01 e 05).
Oggi Affabulazione è una bella realtà del Municipio 13, un luogo d’incontro, cultura e socialità che, ci si auspica, possa essere di stimolo e di esempio per quei cittadini che credono che uno spazio di condivisione sia l’antidoto migliore contro l’emarginazione e l’indifferenza.

(Testo di Ida Santilli
Foto di Marina Pascucci)

<div class="

Precedente RASSEGNA/ Uniti contro l'eolico cacciatori e animalisti Successivo I molisani e l'asma, rapporto problematico