Torino, commedia dialettale dagli abruzzesi-molisani



TORINO – E’ stata rappresentata a Torino la commedia brillante “Il Testamento” (“Lu Testamende”), scritta e diretta da Carmine Lanci, messa in scena dalla Compagnia Teatrale “Il Risveglio”, gruppo di Guastameroli, in provincia di Chieti.
“Un paese che legge è una storia bellissima”, recita lo slogan della campagna promozionale di “Ottobre, piovono Libri” realizzata sotto l’egida dell’Istituto per il Libro e il patrocinio della Conferenza delle Regioni, l’Associazione dei Comuni Italiani, l’Unione delle Province a cui aderiscono le Associazioni “Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d’Aosta” e “Solstizio d’Estate – Festival dei Saperi e dei Sapori Onlus” che godono altresì dei patrocini delle Regioni Abruzzo e Piemonte. 
“Per ragioni diverse – spiega Carlo Di Giambattista, presidente della Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d’Aosta – molte associazioni hanno tirato i remi in barca e non sono più riferimento per i giovani che vengono lasciati quasi senza guida, in balia di cattivi maestri, senza molte speranze per tempi migliori se non si ricostruirà in fretta un sistema Paese più dinamico”.
La novella narra di Ciccuccio che, lascia come testamento la volontà di dare notizia della sua morte, solo ad esequie avvenute. Questo ingenera una serie di equivoci a catena perché, i parenti più stretti, dovendo organizzare il funerale, si vedono costretti a contattare il portiere del palazzo senza potergli dire che Ciccuccio è morto, ma vale lo stesso per l’addetto alle pompe funebri, così come per il marmista e così via. Inoltre bisognerà inviare un telegramma ai parenti, senza annunciare la morte del congiunto. Ma come si può fare? Lo scopo è non dimenticare le origini e le radici – perché l’intelligenza di una persona si misura con le sue capacità di adattamento, ma anche con il rispetto del passato che è parte di noi e con noi continua a vivere – dice ancora il presidente della Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d’Aosta, Carlo Di Giambattista.

<div class="

Precedente Il violinista molisano Ciarla in tour tra Svezia e Finlandia Successivo Santoro invita gli abbonati Rai ad una "solidarietà scritta"