Molise: con il “Moving generation” 30 borse di studio a molisani



ROMA – La Commissione Europea ha approvato il progetto “Moving generation”, a cura del coordinamento molisano Eures dell’Agenzia Molise Lavoro. L’iniziativa prevede attività di tirocinio in Molise e all’estero riservata a giovani neolaureati molisani, nell’ambito del programma Leonardo Da Vinci, promosso e cofinanziato dalla Commissione europea e dalla Regione Molise.
Il fine primario del progetto “Moving generation” è quello di accrescere le prospettive di impiego dei giovani partecipanti fornendo loro un’esperienza di confronto tra differenti realtà europee e consentendo loro di sviluppare competenze necessarie a curare rapporti di lavoro con l’estero.
“Moving generation” mette a disposizione 30 borse di studio per tirocini formativi di 13 settimane in Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Romania, Slovacchia e Spagna. Il tirocinio sarà preceduto da 8 settimane di periodo preparatorio presso imprese con sede in Molise, che ospiteranno poi i beneficiari al rientro per un ulteriore tirocinio valutativo di 4 settimane.
Ogni prescelto parteciperà a tirocini in due imprese, una italiana e una con sede all’estero, operanti nello stesso settore.
La durata totale di ogni percorso formativo (anche di lingua straniera) – che include preparazione, tirocinio in Italia, tirocinio in Europa e valutazione – sarà di 26 settimane.
Le aree in cui è possibile svolgere il tirocinio per coprire le attitudini e le diverse esigenze dei selezionati variano a seconda del Paese di destinazione e sono: agroalimentare, industriale, turistico, cooperazione sociale, energie rinnovabili, impiantistica e costruzioni, finanza e amministrazione.
Possono candidarsi laureati da non più di 18 mesi, di età non superiore a 32 anni, disponibili sul mercato del lavoro (disoccupati, in cerca di prima occupazione, lavoratori autonomi o persone disponibili sul mercato del lavoro che intendono svolgere un periodo di tirocinio lavorativo all’estero in un contesto di formazione professionale) residenti in Molise che non abbiano già partecipato ad altri progetti Leonardo.
E’ richiesta la conoscenza della lingua del Paese ospitante o dell’inglese. Gli aspiranti non devono risultare iscritti ad alcun corso di laurea, laurea specialistica/magistrale, Master, dottorato di ricerca, Scuola di specializzazione, corso di perfezionamento.

<div class="

Precedente "La Dichiarazione di Pescasseroli", documento finale di Europarc Successivo Lazio, via libera al piano-casa: ecco tutte le "opportunità"