In Argentina si rinnova la Settimana molisana



BUENOS AIRES – L’Associazione dei Carovillesi e Figli del Molise in Argentina, con la collaborazione di Associazioni e Federazioni italiane, col patrocinio del Comune di Lanús, ha promosso la Settimana Molisana a Lanús in adesione ai festeggiamenti del Bicentenario della Repubblica Argentina.
Tale evento è stato dichiarato d interesse municipale, secondo Decreto nº 1620 del 31 agosto 2010, sottoscritto dal Sindaco Dott. Darío Hugo Diaz Perez, originato nell’espediente 849836/10.
Il giorno 20 settembre nella Scuola di Arti Plastiche del Comune di Lanús, sita in Corso Avenida Hipólito Yrigoyen 6555 di Remedios de Escalada, sotto carico del Sig. Lic. José Durante, è cominciata la mostra fotografica e di pittura, che proseguirà fino al 1 ottobre2010.
Il giorno 24 settembre alle 18,00 nel Palazzo Municipale di Lanús – H.Yrigoyen 3863 -Salone Hugo del Carril c’è stata la brillante Cerimonia di apertura con la coordinazione dell’Associazione dei Carovillesi e Figli, autorità patrocinanti del Comune di Lanús ed invitati e collaboratori delle associazioni e federazioni italiane.
Si distingue molto particolarmente l’ apertura della Settimana Molisana, a carico del Presidente dell’istituzione Sig. Antonio Di Giacomo, e Dott. Dante Ricchiuti, e la presenza del Lic. Sig. José Durante, chi dalla sua responsabilità come Dirigente di Cultura del Comune, ha rappresentato il Sig. Sindaco del Comune di Lanús, Dott. Darío Hugo Diaz Perez.
Successivamente ha fatto uso della parola il Consigliere della Regione Molise, Dott. Antonino Molinari, che è stato nominato dalla Giunta Regionale e legittimata la sua nomina dal Sig. Presidente del Molise, Michele Iorio.
Il Dott. Teresio Onorato, dirigente della Regione Molise, ha dato risalto all’organizzazione dell’evento e alla presenza di tutte le federazioni ed associazioni molisane.
Si distingue la presenza e collaborazione del Signor Giovanni Spina, oriundo da Cercemaggiore, e con attività nel Consolato Generale d’Italia a La Plata.
Il Sig. Ludovico Falasca, Presidente Onorario dell’ Associazione dei Carovillesi e Figli del Molise, residente a Carovilli, Provincia di Isernia, Regione Molise, è arrivato a capo della delegazione di questo paese, del quale sono oriundi i fondatori dell’associazione che coordina l’evento, la quale si rafforzzerà con l’arrivo del signor Sindaco di Carovilli, Ing. Civile Antonio Cinocca, martedì prossimo per partecipare fino al giovedì, giorno della chiusura della Settimana Molisana a Lanús con una cerimonia dove parteciperanno i titolari di diverse ditte del comune, nel Palazzo Municipale di Lanús, e dove si consegneranno i premi del Concorso di Pittura, il quale ha raccolto più di trenta lavori fino ad oggi.
Anche sono presenti nei diversi eventi, delegazioni degli Stati Uniti, dallo stato di Ohio, da città come Akron e Campbell e anche rappresentanti di associazioni e federazioni italiane.
Si risalta molto specialmente l’integrazione, nel comitato dei carovillesi, di persone di Cercemaggiore, Campobasso, Ielsi, Guardialfiera, ecc.
Nella cerimonia di apertura, sono stati cantati “a cappella”, gli inni nazionali argentino e italiano con la partecipazione del Coro “Taiel” (parola di origine “mapuche” che significa “donne che cantano”) il quale ha realizzato un percorso tra canzoni italiane, canzoni del folclore argentino e “tangos”, chiudendo la loro presentazione con il “Va pensiero”.
Di seguito, c’è stata una rappresentazione teatrale molto bella a carico delle alunne di lingua italiana e membri dell’Associazione dei Carovillesi e Figli del Molise, una commedia italo argentina chiamata “Gli ospiti”.
Finalmente, la serata è stata coronata dalla consegna dei premi ai partecipanti del Concorso Letterario, con la curiosità che i vincitori (che hanno scritto in spagnolo e italiano) sono di ascendenza spagnola.
Sabato 25 settembre, presso il Palazzo Municipale di Lanús. (H. Yrigoyen 3863 – Lanús), ancora un evento clou. Il parcheggio municipale che porta al Salone “Hugo del Carril” del Palazzo Municipale di Lanús, era occupato da diversi autobus che avevano viaggiato fino a Lanús, provenienti da Villa Bosch con integranti di F.E.U.M.A e il gruppo “Reginella Campagnola”, da Mar del Plata, con integranti della Unione Regionale del Molise e della collettività Mafaldese e Molisana e da altre parti della periferia di Buenos Aires. Alle ore 19.00 presso il Salone “Hugo del Carril” ha cominciato la sfilata di costumi tipici delle venti regioni di Italia, con la partecipazione della Scuola Municipale di Lingue (E.M.I.L), la coordinazione della Lic. in Scienze Politiche, dott.ssa María Florencia Ricchiuti e la supervisione della professoressa Antonia Recupero responsabile di questa scuola di lingue, dove si possono imparare sei lingue straniere.
Un importante numero di presidenti di istituzioni hanno colmato il salone “Hugo del Carril” del Palazzo Municipale di Lanús, Comune patrocinatore di questa festività molisana e dell’italianità tutta.
Il festival di balli tradizionali italiani delle associazioni italiane del Gran Buenos Aires, della Unione Regionale del Molise di Mar del Plata con la coordinazione e chiusura a carico del Gruppo Folcloristico “Gioia d’Italia”, è stata veramente una benedetta partecipazione in complesso di tutti i gruppi che hanno finito lo spettacolo, insieme sul palco, cantando diverse canzonette come l’emblematica “Il mazzolin di fiori”.
L’esibizione dell’artista Maurizio Santilli è stata rimandata per un’altra opportunità, situazione questa che l’entità organizzatrice ha dovuto portare avanti non con poche difficoltà davanti all’ente patrocinante dell’evento, il Municipio di Lanús e anche davanti alla concorrenza riunita a tale proposito.
Domenica 26 è stata celebrata la Santa Messa, officiata da Don Rafaele Paolucci, sacerdote della parrocchia di Capua in Campania, Italia, oriundo di Carovilli con la presenza anche del diacono Pasquale Macri e numerose personalità.
Dopo si è fatta la benedizione della statua di Santo Stefano del Lupo, sempre con la presenza degli attivi dirigenti molisani che rappresentano il Consiglio Regionale: Antonio Molinaro, il Dott. Teresio Onorato, e il Sig. Rafael Vitiello, presidente del C.O.M.I.T.E.S di Mar del Plata e la compagnia in ogni momento dell’artista Maurizio Santilli, in tutte le espressioni.
Così dopo il pellegrinaggio a piedi, essendo arrivati alla Società di Fomento, nella quale si è condiviso un pranzo con tutti gli invitati speciali, si è fatto un caro omaggio ai fondatori delle associazioni molisane, i quali, dal cielo vedono la continuità dello stabilimento delle associazioni in Argentina, manifestata dalla partecipazione e dai discorsi che, in complesso, hanno fatto tanto il Presidente della F.E.U.M.A, Sig. Tobías Gamberale, quanto il Presidente dell’U.R.A.M.A., Dott. Nicolás Di Leo.
È stato presente in quest’evento il Direttore di Cultura del Municipio di Lanús, insieme alla responsabile della Scuola di Arti Plastiche (dove si svolge la Mostra di Fotografia e di Pittura), Silvia Lezcano. Il primo, nel suo discorso ha espresso il suo ringraziamento per la possibilita di partecipare, essendo figlio di un italiano oriundo della Basilicata.
Al momento dei dolci, finalmente, ha fatto la sua esibizione Maurizio Santilli e di seguito uno spettacolo di tango a carico della tesoriere dell’istituzione, Silvia Ricchiuti e Daniel Bullón; poi il Gruppo Folcloristico “Gioia d’Italia”, dovendo essere sospeso, con molto dispiacere lo spettacolo di folclore argentino, dato che il tempo era volato per gli organizzatori, e l’opera “U Giargianese”, un evento molto atteso, sarebbe pronta ad esibirsi nella Scuola di Lingue.
Alle ore 20.30 è cominciata quest’opera nella Scuola Municipale di Lingue di Lanús, che è stata svolta , in maniera brillante, dal Gruppo della Società Mafaldese e Molisana di Mar del Plata a carico della Compagnia di Teatro “Molise sul Palco”.
Si risalta, molto specialmente, tutto il cast del opera, tra i quali si presenta, il Presidente della Gioventù Molisana nel Mondo, Sig. Marcelo Carrara, e la regia di Fabiana Palena, figlia di Angelo Palena, ricordato con affetto, prima, nella cerimonia di mezzogiorno insieme a tutti i presidenti di diverse associazioni molisane che sono morti.Alla fine, dobbiamo risaltare, la presenza e il discorso nella Scuola Municipale di Lingue di Lanús, dopo la fine dell’opera di teatro, del Sig. Gerardo Pinto, membro del C.G.I.E e di F.E.D.I.T.A.L. (Federazione di entità italiane dell’Agenzia Consolare di Italia a Lomas de Zamora)
Anche come membro della nostra collettività, ha parlato il Sig. Marcelo Poce, funzionario dell’Agenzia Consolare di Italia a Lomas de Zamora, raccontandoci che si era presentato in modo spontaneo e risaltando la ricchezza di questa divertente opera.Fino ad oggi, lunedì, questa settimana spinge gli organizzatori a ringraziare l’impegno di tutti nel portare la molisanità e l’italianità fondamentalmente ai livelli ufficiali, così si è riusciti ad avere il patrocinio del Municipio di Lanús, presso la cui infrastruttura si svolgono la maggioranza degli eventi.

<div class="

Precedente Molise, presso Campobasso trovato un fungo da primato Successivo Il congresso dei parchi europei tra Abruzzo, Lazio e Molise