La Sardegna a Roma: weekend a San Giovanni



ROMA – Tre giorni di appuntamenti per approfondire, nel cuore di Roma, la conoscenza della Sardegna.
“L’Isola che c’è – Sardegna incontra Roma” è il nome dell’evento che caratterizzerà il weekend 24-25-26 settembre nel prato antistante la basilica di San Giovanni in Laterano. In una decina di stand sono raccolte significative testimonianze della cultura, della gastronomia e dell’ambiente sardo.
Tra gli appuntamenti collaterali, da segnalare venerdì alle 20,30 la cantante Luciana Santoianni e a seguire il coro di Tempio Pausania. Sabato alle 19 c’è il teatro di Villasor, alle 21 la sfilata di moda dello stilista Roberto Stella e uno spettacolo musicale alle 21,30. Domenica la messa cantata in sardo alle 12 in basilica. Nel pomeriggio di domenica, a chiudere, avranno luogo incontri e convegni.
A promuovere l’iniziativa sono GIA Comunicazione di Cagliari in collaborazione con “Il
Gremio dei Sardi” in Roma e l’Associazione Salpare. L’iniziativa è stata presentata mercoledì 22 alle ore 18 nella sede de “Il Gremio dei Sardi” in Roma (via Aldrovandi, 16) alla presenza del presidente Antonio Maria Masia, di Giorgio Ariu (GIA Comunicazione), di
Neria De Giovanni (Associazione Salpare) e di Tonino Mulas (presidente della Federazione delle Associazioni Sarde in Italia). E’ intervenuta anche la presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, con lo scrittore Flavio Soriga, testimonial del Sistema Turistico Locale Sardegna Nord Ovest.
La manifestazione “L’isola che c’è – Sardegna incontra Roma” ha come fine quello di promuovere la cultura, lo spettacolo e le eccellenze della Sardegna attraverso una mostra-mercato dei prodotti della filiera dell’ospitalità: dall’enogastronomia ai viaggi e all’albergazione, facendo incontrare domanda e offerta.
Presenti una decina di stand attrezzati di istituzioni sarde, città e province, accanto a quelli delle ditte dei prodotti tipici regionali.
Ma vediamo il programma nel dettaglio.
Venerdì 24 settembre ci sarà l’inaugurazione della manifestazione alla presenza
dell’on.le Gemma Azuni, consigliera del Comune di Roma.
A seguire, dalle ore 11, l’Associazione romana “I Lazzaroni” allieterà e coinvolgerà il pubblico presente, accompagnandolo sino all’ora di pranzo, con un’esibizione volta all’animazione ed all’intrattenimento dei presenti.
Il pomeriggio, a partire dalle ore 17, ai giornalisti sardi più popolari che lavorano a Roma (Giovanni Maria Bellu, Bianca Berlinguer, Maria Luisa Busi, Pasquale Chessa, Giovanni Floris, Sergio Frau, Jana Gagliardi, Anna Piras, Tiziana Ribichesu, Mario Sechi) verrà
consegnato il Premio Giornalistico “L’isola che c’è”, una scultura in trachite realizzata dall’artista Roberto Budroni. I premi verranno consegnanti con l’assistenza di hostess che indosseranno le creazioni dello stilista Adelino Cabras.
Alle 19,30 il presidente del Gremio Antonio Maria Masia in collaborazione con il comune di Villasor, presenterà il poeta e scrittore, nativo di Villasor, Biagio Arixi. A seguire ci sarà l’esibizione della cantante soprano Luciana Santoianni con l’interpretazione di “Sardinia bella” e di altri brani. La serata si concluderà con l’esibizione del Coro Gavino Gabriel di Tempio Pausania.
La mattina di sabato 25 settembre si aprirà con l’esibizione de “I Lazzaroni”. Nel pomeriggio, dalle ore 16 il gruppo musicale Etnias, per un paio d’ore, intratterrà il pubblico con balli e canti. Quindi ci sarà un altro momento della manifestazione dedicato al
giornalismo: alle ore 18 infatti Neria De Giovanni, consegnerà il Premio Alghero Donna 2010 a Paola Saluzzi. Dalle ore 19 il gruppo “Fueddu e Gestu”, proveniente da Villasor, curerà uno spazio di un paio di ore all’insegna della musica, della danza e del teatro. Dopodiché lo stilista Roberto Stella mostrerà le sue creazioni con una sfilata di moda. In chiusura di serata, il gruppo musicale Etnias curerà uno spettacolo per intrattenere il pubblico presente.
Domenica 26 settembre, ultima giornata della manifestazione “L’isola che c’è – Sardegna incontra Roma”, si aprirà la mattina alle 8 con la presenza dell’autoemoteca dell’AVIS comunale di Roma presente per la periodica donazione del sangue fino alle 11,15. Restando in tema, a partire dalle ore 9,30 si terrà una tavola rotonda, “I giovani, la solidarietà e la donazione”. Quindi ci si sposterà presso l’Arcibasilica di San Giovanni in Laterano dove il Coro Gavino Gabriel di Tempio Pausania canterà durante la messa delle 12. Nel pomeriggio dalle ore 16,30 si svolgerà la proiezione del cortometraggio, sul tema dell’emigrazione, intitolato Permesso? curato dal regista Antonio Maciocco di Sassari e tra gli interpreti saranno presenti Piero Nuti e Baidy Kane. A seguire, sarà dato spazio ad un convegnodibattito sul tema dell’identità in un contesto migratorio; coordinerà Franco Pittau (Dossier Caritas Italia) alla presenza dei Presidenti dei circoli sardi nel Lazio e di ospiti
stranieri.
Alle ore 19 come chiusura della manifestazione ci sarà un’altra l’esibizione, la terza dell’intero programma, del gruppo romano “I Lazzaroni”.

<div class="

Precedente "Brigante se more", libro di Bennato sul brigantaggio Successivo Robert De Niro promette: entro due anni a Ferrazzano