Roma, IX Municipio: Fedeli (Pdl) e le proposte per piazza Ragusa



ROMA – Mentre il IX Municipio sta vivendo una rovente polemica collegata ai 28 Pup (Piani urbani parcheggio) ipotizzati per il territorio racchiuso tra piazzale Appio e largo dei Colli Albani, il consigliere municipale Roberto Fedeli (Pdl) giustamente individua l’ex deposito degli autobus, a piazza Ragusa, come risorsa strategica per il futuro dei quartieri limitrofi a San Giovanni.
Anticipando possibili destinazioni “speculative” dell’area ex deposito Sta, che comprende, oltre agli ingressi su piazza Ragusa e via Tuscolana, anche l’intero affacciato su via Verbania e via dei Rogazionisti (ex via Varallo), ed evitando la prevedibile destinazione ad ennesimo esercizio commerciale della grande distribuzione, Fedeli chiede il recupero della struttura ed il suo futuro utilizzo per offrire servizi pubblici ai cittadini.
E’ la proposta illustrata nel corso di un incontro con i residenti promosso dall’Associazione Urbe 2006 e dallo stesso consigliere municipale Fedeli. Il consigliere comunale Federico Mollicone (Pdl), presente al dibattito, si è impegnato a sollecitare l’amministrazione in tal senso.
“Il deposito Sta di piazza Ragusa è una risorsa troppo importante per il quartiere Appio Tuscolano e non può essere destinato ad un “semplice” uso commerciale – sottolinea il consigliere del IX Municipio, collegando la questione alle problematiche della Stazione FS Tuscolana e al Piano urbano parcheggi, che interessa numerosi comitati di zona, come quelli di largo Vercelli (Re di Roma), di via Soana (Piazza Tuscolo), di via Sannio (Porta Asinaria) e di via Cesena (San Giovanni). Note, al proposito, le vicende del blitz tentato dalla ditta concessionaria dell’area in via Cesena durante l’incontro di calcio Italia-Paraguay che ha inaugurato il mondiale sudafricano.
Il consigliere comunale Mollicone, della maggioranza di centrodestra, recepite le richieste e le segnalazioni dei cittadini residenti, si impegna a sollecitare gli enti preposti per garantire risposte concrete alle necessità di maggior sicurezza, lotta al degrado e miglior utilizzo degli spazi comuni nel quadrante oggetto della discussione.
“Sono anni – spiega Fedeli – che chiediamo, con petizioni ed osservazioni al PRG, di utilizzare la struttura per offrire ai cittadini quei servizi che sono carenti nel quadrante Appio Tuscolano. Il piano interrato dell’ex-deposito potrebbe ospitare centinaia di veicoli con sosta a rotazione, stalli ed eventuali box, in numero sufficiente per ovviare alla realizzazione di box previsti dal Piano urbano parcheggi in via Vercelli, piazza Asti, largo Frassinetti e via Cesena; nei piani superiori si potrebbero ospitare , oltre che attività commerciali, una biblioteca, una ludoteca, una palestra e servizi pubblici per i cittadini. Capisco che le esigenze di bilancio dell’azienda proprietaria dell’immobile sono importanti ma le necessità primarie dei cittadini e del territorio non possono essere ignorate da un’amministrazione attenta e disposta al confronto come ritengo sia quella capitolina”.
In merito ai temi trattati è stato predisposto, a cura dell’Associazione Urbe 2006, un documento con le proposte elaborate che sintetizzano le richieste formulate dai cittadini che sarà inviato al Sindaco di Roma Gianni Alemanno.
Il consigliere Fedeli promuoverà anche una petizione popolare sul futuro utilizzo dell’ex-deposito di piazza Ragusa (per informazioni: tel. 331-2760708).
L’ex deposito è una struttura immensa e la proposta di trasferirci la biblioteca di zona, chiusa da ormai oltre un anno, è sensata. Anche per impedire alla presidente del IX Municipio, Susi Fantino, di trasferire libri e servizi da largo Brindisi ad Arco di Travertino, come ha già ventilato, assestando l’ennesimo colpo al quadrante intorno a piazza Re di Roma, a vantaggio dei soliti luoghi cari all’attuale presidentessa (Tor Fiscale e Mandrione, dove sono finite gran parte delle risorse del Municipio).
Analogo discorso per l’attivazione di strutture sportive, di cui l’area all’inizio della Tuscolana è totalmente carente.

<div class="

Precedente Roma, i fuochi della "Girandola" tornano a Castel Sant'Angelo Successivo Poliedrico Elio Germano: dal cinema al teatro