G8 bel segno del pessimismo: crisi epocale e ripresa fragile



ROMA – Conclusioni amare ad Huntsville, in Canada, dove s’è svolto il vertice del G8. Secondo le prime anticipazioni del documento finale stiamo vivendo “la più grave crisi economica da generazioni”, la ripresa economica globale “è ancora fragile” e la crisi finanziaria “ha compromesso gli obiettivi di sviluppo delle Nazioni Unite”. Il documento è sottoscritto da Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito, Russia e Usa in una dichiarazione congiunta.
“La crisi ha compromesso gli obiettivi che erano stati prefissati entro il 2015. E’ richiesto nuovamente un impegno reciproco – si legge ancora nel documento, che sottolinea come sia i paesi in via di sviluppo sia quelli più industrializzati “debbano fare di più”.

<div class="

Precedente A Palata (Cb) due eventi per il periodo natalizio Successivo Legambiente manifesta per il Parco del Matese