ROMA-MALAFEDE/ Il 22 maggio “Festa della primavera”



ROMA – Nata dall’idea di ex allievi e insegnanti dell’Istituto Statale d’Arte di Roma, che nel pieno dilagare dell’era tecnologica, e grazie al noto social network Facebook, si sono cercati, ritrovati e riuniti in gruppo e dopo l’inevitabile affiorare di quei ricordi indelebili legati al primo Istituto Statale d’Arte di Roma “Silvio D’Amico”, demolito nel 1990, è scaturita in tutti, ex allievi e docenti, l’esigenza di aggregarsi anche tra Istituti analoghi e di diverse generazioni, tutti accomunati da un unico e profondo credo. Ed ecco quindi che dai più anziani pionieri fondatori di una vera e propria scuola delle arti applicate che con umile passione trasmisero in quella sede le proprie conoscenze ed i propri segreti del fare arte fino agli attuali, giovani discepoli, si è andata costituendo una grandissima famiglia che supera qualsiasi barriera, annullando ogni colore politico, ceto sociale, orientamento sessuale o diversa abilità. L’I.S.A. di Via Silvio d’Amico 111 fu il primo Istituto in cui fu attuato il progetto pilota per l’inserimento dei disabili nella scuola pubblica, con risultati sorprendenti: le numerose ore di laboratorio in cui tutti i ragazzi lavorano insieme sono un mezzo di socializzazione ed integrazione senza eguali, e i loro elaborati artistici di alta qualità ne sono prova inconfutabile.
E’ per questo motivo che, il 22 maggio, verrà allestita un’ampia mostra mercato, dal titolo FESTA DELLA PRIMAVERA 2010 in cui saranno esposti, senza distinzione, i lavori di grandi Maestri d’arte, ex studenti a loro volta divenuti Artisti, studenti che lo diverranno e ragazzi diversamente abili e la partecipazione straordinaria di artisti della Polizia di Stato e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma. I proventi delle eventuali vendite saranno devoluti in beneficenza dagli stessi Artisti che in tale data si costituiranno in Associazione senza fini di lucro prendendo il nome di Associazione “Miriam Paolini”, in onore dell’omonima studentessa che tragicamente scomparve nel 1984 lasciando 4 meravigliosi diari personali dai profondi risvolti culturali, artistici e psicologici. Tali diari furono raccolti in un unico libro, “Miriam. Una vita” ripubblicato a distanza di anni grazie all’impegno profuso da alcuni suoi compagni di scuola e che in questa occasione verrà ripresentato. 
PROGRAMMA DELLA GIORNATA INAUGURALE, 22 MAGGIO 2010
Ore 09.00: Inaugurazione della mostra-mercato delle arti contemporanee e sfilata di abiti realizzati dalla sezione “tessuto” dell’Istituto Statale d’Arte Sacra;
Ore 10.00: Proiezioni audiovisive;
Ore 11.00: Dibattito, conferenza stampa e interviste alle Autorità intervenute;
Ore 12.30: Presentazione della nuova edizione del libro “Miriam. Una vita” e costituzione dell’associazione.
Ore 13.00: Pranzo biologico
Ore 15.00: Musica dal vivo;
Ore 17.00: Visita guidata alla fattoria con possibilità di acquisto di prodotti biologici presso il punto vendita locale;
Ore 18.00: tempo libero; passeggiate a cavallo (riservate alle persone patentate) e pony per bambini,
Ore 19.00: premiazione e consegna attestati di partecipazione;
Ore 20.00: Cena a buffet
Ore 21.00: Musica e balli
INGRESSO LIBERO
Curatori: Mario Girolami e Angela Scappaticci Info: [email protected], cell. 3313774199 – 3488999491 – 3476698118.

<div class="

Precedente SVIZZERA/ La comunità italiana confeziona tiramisù da record Successivo SOLDI/ Tariffe postali: addio alle agevolazioni